Politica

Centro sociale sequestrato, Foresi: “Ok del Comune? Chiedete a chi c'era prima” 

Botta e risposta tra Asilo Politico e il Comune dopo il sequestro del centro sociale, ma sull’ eventuale ok all’occupazione l'amministrazione passa la palla alle giunte precedenti 

“L’amministrazione locale ci aveva dato il permesso di stare lì” dicono in coro i componenti del Movimento Asilo Politico, la cui sede è stata sequestrata lunedì dalla sezione giudiziaria della polizia municipale. Se quell’ok c'è effettivamente stato però non è stato su iniziativa della giunta Mancinelli. Alla richiesta di chiarimenti infatti l’assessore alla pubblica sicurezza Stefano Foresi ha girato la domanda a chi ha governato tra il 2011 e il 2013. L’occupazione dei locali della Baraccola risale proprio al 2011, quando iniziavano gli ultimi due anni dell’amministrazione Gramillano e ai quali avrebbero seguito i cinque mesi di commissariamento Corona. Un periodo storico in cui nel capoluogo hanno governato giunte di centrosinistra:  “La questione esula dai nostri tempi e non possiamo certo dare noi questo tipo di risposte” ha detto Foresi annunciando comunque prossime verifiche.

Le contestazioni

L’immobile occupato era stato abbandonato nel 2006 in seguito a un incendio ed era stato chiuso dai carabinieri per motivi di sicurezza. La procura di Ancona, nell’ambito dell’indagine che ha portato al sequestro di lunedì scorso, sta verificando la sussistenza di due reati a carico di ignoti: apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo e occupazione abusiva di edifici. Accuse che il collettivo respinge in toto. Il Movimento infatti ha voluto precisaqre che il CSOA Asilo Politico ha ospitato sì eventi, ma di tipo sociale e culturale (è la sede della Polisportiva antirazzista Assata Shakur) e ha sempre agito rispettando le normative di sicurezza e senza fini di lucro. 

Cannabis sequestrata

Durante il sopralluogo di lunedì mattina gli agenti della polizia municipale hanno trovato 8 grammi di cannabis. La sostanza è stata rinvenuta sotto il bancone del locale, un quantitativo minimo che è stato comunque sequestrato da parte degli uomini della sezione giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro sociale sequestrato, Foresi: “Ok del Comune? Chiedete a chi c'era prima” 

AnconaToday è in caricamento