Arrigoni e Troiano (Lega): "Mancinelli occupata con i premi, sospendere deleghe assessori"

A chiederlo sono il Senatore Paolo Arrigoni, responsabile della Lega Marche, e Primiano Troiano, referente cittadino della Lega di Ancona, che tornano sull’inchiesta della corruzione ad Ancona

Foto di repertorio

“Opere pubbliche mai eseguite, parzialmente realizzate o per le quali l’Amministrazione comunale di Ancona avrebbe sborsato cifre astronomiche rispetto al loro reale valore. È possibile che nessuno sapesse, controllasse il lavoro degli uffici o si sia fatto delle domande? Dov’era il Sindaco Mancinelli, troppo impegnata a ritirare premi e a scrivere libri sulla buona amministrazione cittadina?” A chiederlo sono il Senatore Paolo Arrigoni, responsabile della Lega Marche, e Primiano Troiano, referente cittadino della Lega di Ancona, che tornano sull’inchiesta che ha fatto emergere un sistema corruttivo nel capoluogo marchigiano e che conta 5 arresti e 35 indagati tra assessori, funzionari comunali e imprenditori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Eppure sui documenti sottoposti a sequestro dalla Polizia ci sono le firme di dirigenti e funzionari comunali, pagati dai cittadini per esercitare compiti di controllo, così come spetta agli assessori verificare il buon esito dei lavori e degli indirizzi forniti dall’Amministrazione”, continuano gli esponenti leghisti. “Per questo non stupisce ma preoccupa enormemente che l’assessore Manarini sia indagato per abuso d’ufficio, truffa e turbativa d’asta, così come il vicesindaco Sediari per turbativa d’asta e gli assessori Marasca e Foresi per omissione di atti d’ufficio. Con mezza giunta indagata, numerose opere pubbliche mai realizzate o mal fatte e l’incapacità di vigilare su come vengono utilizzati i soldi dei cittadini, Valeria Mancinelli dovrebbe avere la decenza di restituire la nomina a “miglior sindaco del mondo 2018”, ma soprattutto di sospendere le deleghe ai suoi assessori indagati e ascoltare le richieste delle minoranze consiliari sull’istituzione di una commissione interna che faccia chiarezza su questa inquietante situazione”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima il gelato al bar, poi la "società" per il gratta e vinci: due clienti vincono 10mila euro

  • «Vi faccio ammazzare dalla mafia», si presenta sotto casa di ex e figlia con la mazza

  • Bonus Inps, Rubini su Facebook: «Io l'ho preso, ora processatemi»

  • Terribile schianto in autostrada, donna si ribalta con l'auto: atterra l'eliambulanza

  • Cade in piazza e non riesce ad alzarsi, paura per una donna

  • Operaio morto, Marcello era stato assunto da pochi giorni e aveva un'esperienza decennale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento