Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Marasca accusato di anarchia, la replica: "Sono sciocchezze"

Il neo assessore Paolo Marasca è stato accusato dal consigliere comunale Stefano Tombolini di essere anarchico e di non poter far parte quindi della Giunta Mancinelli

Il neo assessore Paolo Marasca

ANCONA - "L'assessore Paolo Marasca è anarchico, non può fare parte della giunta". E' questa l'accusa di Stefano Tombolini, consigliere comunale che avrebbe rintracciato delle prove sulle idee del neo assessore della Giunta Mancinelli.

Marasca non ha voluto commentare la vicenda:  lasciando la replica ad un duro e stringato comunicato del sindaco. "Sciocchezze, io e la giunta pensiamo ai problemi della città, le analisi del sangue degli assessori non interessano a nessuno"

Delle accuse così non si erano mai viste: "l'assessore è un anarchico, non può stare in giunta". Ad affermarlo sono i componenti della lista civica Sessantacento, Stefano Tombolini, Davide Barigelli e Domenico Allegri, che hanno cercato online sui social network alcuni passaggi del pensiero di Marasca sulla sua storia e sulle sue idee.

«Abbiamo trovato in più occasioni accostamenti dell'assessore Marasca al pensiero anarchico - ha confemato Tombolini - e proprio nel blog personale dello stesso assessore vi è un post di febbraio dove sottolinea questa sua aderenza, anche se poi confessa che alle elezioni politiche voterà Sel», 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marasca accusato di anarchia, la replica: "Sono sciocchezze"

AnconaToday è in caricamento