Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Assemblea pubblica sul Salesi: alle Muse esposti tutti i dubbi sul trasferimento

Costi, tempi, passaggi non chiari, la costruzione del nuovo Salesi e soprattutto il timore che lo spostamento provvisorio all'Ospedale di Torrette possa trasformarsi in definitivo con il risultato di un "effetto spezzatino"

Il ridotto delle Muse pullula di persone. Seduti in platea ci sono ex primari e dottori, associazioni di volontariato, consiglieri comunali, l'assessore regionale Lucchetti, ma anche semplici cittadini, che vogliono vederci chiaro sulla vicenda del Salesi. L'assemblea pubblica indetta dal Sindaco Valeria Mancinelli inizia con un video che ripercorre brevemente tutta la vicenda dell'Ospedaletto dei bambini e mette sul piatto tutti i dubbi dell'Amministrazione riguardo al trasferimento.

Costi, tempi, passaggi non chiari, la costruzione del nuovo Salesi e soprattutto il timore che lo spostamento provvisorio all'Ospedale di Torrette possa trasformarsi in definitivo con il risultato di un "effetto spezzatino". Il Salesi infatti,  non entra tutto al sesto piano del nosocomio regionale. I reparti devono quindi essere dislocati in diversi piani. In questo modo l'ospedale pediatrico perderebbe la sua unicità.

«Questa è un'operazione verità. Vogliamo rendere chiaro alla città il rapporto che abbiamo avuto con la Regione negli ultimi mesi, raccontare i fatti. Riteniamo inattendibili le rassicurazioni che la Regione a parole continua a dare. Da qui in avanti richiameremo la Regione agli impegni presi a luglio di quest'anno, vigileremo sugli impegni che non sono stati rispettati e pretenderemo risposte chiare e formali dal presidente della Giunta Regionale, il cui silenzio sulla vicenda è francamente assordante- dichiara il sindaco Valeria Mancinelli-. Per quanto mi risulta nella proposta di bilancio preventivo 2015 adottata dalla Giunta e trasmessa al Consiglio, per il nuovo Salesi non c'è nulla. Negli accordi di luglio invece era previsto che la Regione avrebbe messo a bilancio le risorse necessarie per completare il finanziamento statale che è di 22 milioni di euro. La stessa Regione, nell'ultimo incontro con la Commissione Sanità, ha ribadito che il costo del nuovo Salesi sarebbe 47,5 milioni di euro. Bene, ne mancano 25,5, ci dicano dove li andrebbero a prendere. Nell'accordo di luglio, la variante urbanistica del vecchio Salesi è prevista dopo l'appalto dei lavori del nuovo Salesi quindi dopo che nel bilancio preventivo siano stati previsti i soldi. Se vogliono cambiare gli accordi di luglio lo dicano chiaramente. E non pendiamoci in giro perché il vecchio Salesi in vendita possa valere 25milioni di euro. Se i soldi non ci sono lo dicano e vediamo di ragionare con i 22milioni di euro del Ministero». assemblea-3

Uno dopo l'altro si sono susseguiti interventi autorevoli. «E' assolutamente fondamentale per la salute del bambino conservare, valorizzare, aumentare la specificità delle cure pediatriche. L'unicità dei bisogni assistenziali del bambino richiede che sia gli ambienti di cura, sia le organizzazioni delle cure, sia i professionisti, siano formati e dedicati alle cure del bambino. L'ospedale pediatrico deve rispondere a tutti questi fondamentali requisiti» afferma il dottor Tommaso Langiano, ex direttore Meyer di Firenze.

«Siamo esattamente a 8 mesi fa, quando non eravamo convinti del trasloco. In 5 weekend abbiamo raccolto 13mila firme. Non importa dove sarà collocato il Salesi, l'importante è che mantenga la sua unicità. Purtroppo pensiamo che questo spostamento all'Ospedale di Torrette sarà invece definitivo. Lo scorso anno non c'erano i soldi per riparare la porta, adesso si trovano per il trasferimento. Non siamo mai riuscite a parlare con Spacca- commenta Milena Fiore, presidente Patronesse-. Da quando il Salesi ha perso la sua autonomia gestionale nel 2003, abbiamo perso 14 primari».

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assemblea pubblica sul Salesi: alle Muse esposti tutti i dubbi sul trasferimento

AnconaToday è in caricamento