Comuni, amministratori di centrodestra preoccupati: «Pd ha "occupato" anche l'Anci Marche»

«Il Pd delle Marche in modo scorretto sta occupando ogni ruolo strategico dell'associazione- spiegano nella lettera i consiglieri comunali - facendo perdere, di fatto, quel riferimento solido che l'Anci negli anni e' stato per centinaia di amministratori comunali»

Antonio Decaro, presidente Anci

ANCONA - Quasi una quindicina di amministratori (13 consiglieri comunali e un assessore) marchigiani hanno scritto al presidente nazionale di Anci, Antonio Decaro, per segnalare un' 'occupazione' da parte del Pd delle piu' alte cariche dell'Anci regionale.

«Il Pd delle Marche in modo scorretto sta occupando ogni ruolo strategico dell'associazione- spiegano nella lettera i consiglieri comunali - facendo perdere, di fatto, quel riferimento solido che l'Anci negli anni e' stato per centinaia di amministratori comunali». I giovani amministratori provenienti dall'area del centrodestra ricordano le cariche occupate dai dem in Anci: dal presidente regionale Maurizio Mangialardi, al coordinatore dei giovani Francesco Ameli, alla coordinatrice dei consigli comunali Susanna Dini fino al coordinatore dei piccoli Comuni Augusto Curti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Tale situazione, ormai insostenibile con l'avvicinarsi delle elezioni regionali, oltre a creare non pochi imbarazzi, rischia di creare una spaccatura insanabile tra gli amministratori stessi- continuano-. Le Marche sono l'unica regione, confrontando il quadro nazionale, ad avere un unico partito nei ruoli di rappresentanza dell'associazione. Sono quattro mesi che il candidato Pd alla presidenza della Regione Mangialardi utilizza in modo inappropriato e strumentale la carica di presidente regionale dell'Anci al fine di un ritorno d'immagine personale in vista delle prossime elezioni". Gli amministratori concludono augurandosi che il presidente Decaro intervenga "per riequilibrare la situazione nelle Marche" dato che l'Anci "e' patrimonio di tutti e i ruoli di vertice non debbono essere utilizzati per un mero scopo di visibilita' e crescita politica personale, bensi' per un reale e concreto supporto agli enti locali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Meteo, l'autunno irrompe sulle Marche: in arrivo temporali e crollano le temperature

  • Sconfitta dal Marina alla prima di campionato, l'Anconitana è già una delusione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento