rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Politica

Area Marina Protetta, Rubini punta i piedi: «Occasione per dare un governo alternativo alla città»

Il leader di Altra Idea di Città ha ribadito la centralità dell’Amp del Conero non sposando la linea dell’amministrazione

ANCONA- Partire dall’Area Marina Protetta del Conero per tentare di dare un governo alternativo ad Ancona. E’ la strada tracciata dal consigliere comunale e leader di Altra Idea di Città Francesco Rubini che ha così ribadito le prerogative del movimento da lui rappresentato:

«I programmi di governo devono essere funzionali ad una visione futura della vita in città che chi ha il compito delle scelte politiche deve necessariamente avere.  Niente in questa fase può essere considerato più importante dei temi della pace, con relative azioni di pressione sul Governo nazionale, e dell’ambiente. In quest’ottica, senza dimenticare asset strategici come quelli della gestione di viabilità e mobilità cittadina e dell’inquinamento, un ruolo centrale va senza dubbio affidato alla possibilità di istituire nella nostra costa un’Area Marina Protetta. Sul punto, in netta opposizione al governo della Mancinelli, la nostra posizione è sempre stata chiara: l’AMP del Conero rappresenta un’occasione storica di tutela del nostro eco sistema e di rilancio in chiave sostenibile del territorio».

Una partenza per un nuovo sviluppo legato anche, e soprattutto, alla politica cittadina: «Un’occasione decisiva e qualificante, dunque, che ad un anno dalle prossime elezioni comunali, non può che diventare uno degli spartiacque fondamentali in chiave programmatica ed elettorale. In quest’ottica il quadro appare chiaro: da una parte il fronte dei contrari all’istituzione dell’AMP che unisce stabilmente centro destra e centro sinistra, dall’altra i favorevoli, all’interno dei quali Altra Idea di Città ha rappresentato senz’altro uno dei principali protagonisti politici. È proprio per questo che da tempo, a partire da temi centrali come quello dell’AMP, chiediamo alla società civile di organizzare un fronte politico e sociale capace di sfidare centro destra e centro sinistra per un governo alternativo per Ancona.  Pace, ambiente, buona vita sono i titoli della proposta che facciamo a chi pensa che un’altra idea di città è possibile».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area Marina Protetta, Rubini punta i piedi: «Occasione per dare un governo alternativo alla città»

AnconaToday è in caricamento