Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica Falconara Marittima

Aeroporto delle Marche, Lodolini (PD): «Il rilancio ora è possibile»

Da due anni ormai la Regione Marche e' alla ricerca di un privato interessato ad acquistare le sue quote societarie

Il deputato Emanuele Lodolini (Pd) segue con attenzione l'evolversi dell'affaire Aerdorica. Sull'aeroporto delle Marche pesa un'istanza fallimentare al Tribunale di Ancona a causa del pesante passivo accumulato negli anni passati (38 milioni di euro di debito). Da due anni ormai la Regione Marche e' alla ricerca di un privato interessato ad acquistare le sue quote societarie. Nelle settimane scorse c'e' stata prima la manifestazione di interesse presentata da un gruppo russo e, negli ultimi giorni, gli accordi chiusi con la compagnia aerea Easyjet per due voli settimanali su Londra in estate e l'intesa commerciale con il tour operator Tez tour per voli dalla Lettonia, dalla Lituania e dall'Ucraina. Insomma, a due giorni dall'apertura delle buste per conoscere i nomi dei privati interessati all'acquisizione del 51% della societa' che gestisce l'aeroporto, a Falconara si e' tornato a respirare un po' di cauto ottimismo.

«Gli accordi con Easyjet e Tez tour dimostrano che l'aeroporto puo' tornare a rivestire quel ruolo di infrastruttura strategica per le Marche che gli spetta- premette Lodolini-. Accordi positivi anche perche', oltre a dare rilancio allo scalo delle Marche, denotano una certa appetibilita' dell'infrastruttura. Insomma c'e' una certa attenzione nei confronti dell'aeroporto delle Marche. E questi accordi sono il segnale di una ritrovata fiducia. Ora pero' bisogna recuperare la partita dei voli per Roma e Milano».  Lodolini plaude all'operato dell'amministrazione regionale che lo scorso marzo ha varato una proposta di legge con cui stanziava 21 milioni di euro per garantire la continuita' dell'aeroporto. «La Regione ha fatto investimento importante- continua Lodolini-. Condivido l'azione della Regione. Ha dimostrato di crederci perche' ha fatto un'immissione di liquidita', con via libera dell'Ue, molto importante. La Regione Marche ci crede al di la' di ogni polemica strumentale». A completare il quadro ora manca l'ultimo tassello ossia il piano di riorganizzazione del personale che, come ha confermato anche l'amministratore unico di Aerdorica Federica Massei, dovra' portare a un contenimento della spesa per i dipendenti per 1,4 milioni di euro. «Un passaggio importante- conclude Lodolini-. Nella situazione patrimoniale di Aerdorica ci sono evidenti responsabilita' della governance passata. L'obiettivo e' di rilanciare tutti insieme lo scalo con la condivisione dei lavoratori. Hanno parlato con il referendum vediamo cosa diranno della nuova proposta».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto delle Marche, Lodolini (PD): «Il rilancio ora è possibile»

AnconaToday è in caricamento