Aerdorica, la Lega: «La società non si accanisca sui dipendenti»

Così il capogruppo regionale della Lega nord, Sandro Zaffiri, esprime il suo dissenso rispetto al provvedimento che l’AU di Aerdorica, Federica Massei, ha comminato a due dipendenti

“C’è certamente un qualcosa a metà tra incapacità e sfortuna nella storia di Aerdorica, ma questa è una fase talmente delicata ed importante che dovrebbe indurre i soggetti che ne possono indirizzare le sorti a mantenere la calma, evitando ogni forma di conflittualità interna”. Così il capogruppo regionale della Lega nord, Sandro Zaffiri, esprime il suo dissenso rispetto al provvedimento che l’AU di Aerdorica, Federica Massei, ha comminato a due dipendenti colpevoli di aver rilasciato una intervista in cui manifestavano preoccupazione per il futuro della Società e, di conseguenza, del loro lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non solo questo però, perché – secondo Zaffiri - alla lista degli attacchi ai dipendenti c’è tanto altro. “La sanzione comminata ad un altro dipendente, due mensilità non erogate al personale, l’appalto delle mansioni di compilazione delle buste paga ad uno studio di consulenza di Bologna. A ciò – incalza Zaffiri – va, inoltre, aggiunto l’affronto/paradosso dell’affidamento ad una ditta esterna delle attività di carico e scarico dei voli charter durante il periodo estivo, che si sarebbero potute far svolgere al personale interno, magari attraverso una modulazione degli orari di lavoro”. “E’ proprio nei momenti difficili che una figura apicale dovrebbe mostrare lucidità e sangue freddo, compattando, anziché dividere, le risorse umane di cui dispone. Evidentemente, la dottoressa Massei non spicca per doti di diplomazia, manca in capacità organizzative e non ama particolarmente il personale di Aerdorica. La cosa che però ci preoccupa di più – rileva l’esponente del Carroccio – è che tali scelte, solo apparentemente “di cornice”, possono seriamente ripercuotersi sul presente e sul futuro della Società che gestisce lo scalo, chiamata in queste ore ad affrontare appuntamenti fondamentali”. “Invitiamo la dottoressa Massei ad evitare ogni ulteriore attacco nei confronti di dipendenti, comprensibilmente in ansia per il loro futuro occupazionale, per concentrare ogni suo sforzo verso un auspicabile lieto fine della vicenda che interessa la Società Aerdorica”. “Se pensa di non farcela – conclude Zaffiri – è meglio che rassegni le proprie dimissioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Coronavirus, è allerta nel Comune di Ancona: almeno 5 dipendenti in isolamento

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento