rotate-mobile
Politica

Terremoto, Acquaroli sprona: «Ulteriore accelerazione alla ricostruzione»

Lo dice il governatore delle Marche, Francesco Acquaroli, che ieri insieme all'assessore regionale alla Ricostruzione Guido Castelli si è recato ad Ussita per tagliare il nastro di Casa Ruggeri

"Dobbiamo dare un'accelerazione ancora più veloce e imprimere certezze ai tempi di ricostruzione perché questo è l'unico strumento per far ripartire subito i territori e far velocizzare ciò che finora non è riuscito a partire". Lo dice, in una nota pubblicata sul sito della Regione, il governatore delle Marche, Francesco Acquaroli, che ieri insieme all'assessore regionale alla Ricostruzione Guido Castelli si è recato ad Ussita per tagliare il nastro di 'Casa Ruggeri', ristrutturata ed adeguata alle normative attuali per dare supporto alle attività produttive e per tornare ad offrire sviluppo economico e sociale della comunità. "Un tassello importante inaugurare questa struttura- aggiunge Acquaroli- perché oltre a ridare speranza concreta ai cittadini si osserva che la ricostruzione prende forma nelle comunità locali. Le comunità ci chiedono tempi certi e una prospettiva futura che non è soltanto quella di tornare nelle proprie case, ma riuscire a progettare un rilancio economico di tutto un territorio che purtroppo ha visto per cinque anni uno stop assoluto a tantissime attività. La ricostruzione non deve esser un elemento che ci divide, occorre camminare tutti quanti insieme". L'investimento, pari a 200mila euro, è stato realizzato grazie ai fondi messi a disposizione dalla Regione Toscana. L'edificio, che si trova nell'area in cui sono state delocalizzate le attività economiche, assume un ruolo ancor più determinante per la ripresa produttiva e turistica del territorio: la struttura è in legno è destinata a molteplici utilizzi (coworking). Castelli e Acquaroli, oltre al sindaco di Ussita Silvia Bernardini, nella mattinata hanno incontrati anche i primi cittadini di Visso e Castelsantangelo sul Nera rispettivamente Gian Luigi Spiganti Maurizi e Mauro Falcucci. "Sul cratere- dice Castelli- si è concentrata molta attenzione di tanti italiani che ci hanno aiutato, attraverso le donazioni, a ricostruire strutture come Casa Ruggeri. Questo ci responsabilizza ulteriormente rispetto a quelle che sono le penalizzazioni e i rischi che stiamo vivendo in relazione al caro materiale, alla fine del super bonus che potrebbe essere nel 2022 solo per le case monofamiliari e per la difficoltà di trovare imprese e maestranze. Da questo punto di vista ci vuole che il Governo nazionale intervenga in maniera decisa senza ridurre la soglia di attenzione sulla ricostruzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, Acquaroli sprona: «Ulteriore accelerazione alla ricostruzione»

AnconaToday è in caricamento