rotate-mobile
Politica

Regione contro l’aborto, Altra Idea in piazza: «"Santa alleanza" contro diritti del Paese»

Altra Idea di Città scende in piazza contro la decisione della maggioranza regionale di bocciare la mozione Pd che chiedeva l'uso della pillola abortiva anche nei consultori

Francesco Rubini, capogruppo in consiglio comunale di Altra Idea di Città, parla di «una “santa alleanza” contro i diritti conquistate dalle donne». Loredana Galano, membro del coordinamento Aic e della Rete Marchigiana delle donne, è ancora più tranciante: «Hanno dichiarato guerra alle donne». Il dito è puntato al centrodestra marchigiano. Più in particolare, ai membri del consiglio regionale che martedì scorso hanno respinto la mozione Pd e Rinasci Marche, la quale chiedeva di autorizzare l’uso della pillola abortiva RU-486 nei consultori come previsto dalle linee guida del Ministero della Salute l’estate scorsa. A far scoppiare la vera e propria bufera politica però sono state prima le parole dell’assessore Giorgia Latini, che a inizio dicembre si era dichiarata apertamente contraria all’aborto farmacologico (con le conseguenti manifestazioniminacce), ma soprattutto le frasi pronunciate in aula martedì scorso dal capogruppo FdI Marche Carlo Ciccioli. L’ex deputato aveva difeso in aula la propria idea di vietare l’aborto farmacologico parlando di calo della natalità nel nostro Paese e di «italiani che hanno il diritto di riprodursi e non essere ridotti come i nativi americani». 

Da qui la scelta di Altra Idea di scendere in piazza. Per ora con una conferenza stampa, ma si lavora per l’organizzazione di un corteo appena possibile: «Speriamo di poter mettere in campo un’iniziativa a ridosso dell’8 marzo. Attaccare la legge 194 significa spingere le donne all’aborto clandestino» ha detto la Galano. «La destra retrograda si sta saldando dentro e fuori le istituzioni- ha detto Rubini- associazioni ultra cattoliche, movimenti vicini alla galassia fascista, partiti istituzionali che governano pezzi d’Italia si stanno alleando per attaccare il cuore delle conquiste sociali di questo Paese. E’ un clima pesante e occorre coalizzarsi per difendere la legge 194 e non solo». 

«Hanno dichiarato guerra alle donne» | VIDEO

Barricate a sinistra, ma la maggioranza non ci sta: «E' solo strumentalizzazione»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione contro l’aborto, Altra Idea in piazza: «"Santa alleanza" contro diritti del Paese»

AnconaToday è in caricamento