Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica Falconara Marittima

L'ex comandante "assunto" dal nuovo in un altro ente: 5 Stelle all'attacco

Martelli comandante nei Comuni del Misa Nevola dove il successore Brunetti è vicesindaco. E l'Ugl attacca per l'amianto di Palazzo Bianchi: «Bonifica con noi al lavoro»

L'ex numero uno dei vigili Stefano Martelli prende il comando della Polizia Locale all'Unione dei Comuni Misa Nevola, formata da Castelfidardo e Castelleone di Suasa. Autorizzato dalla giunta falconarese cui aveva fatto richiesta di mobilità, vincitore del concorso indetto dall'Unione al quale hanno preso parte altri tre aspiranti comandanti, Martelli prenderà servizio a partire dal prossimo 18 settembre. Procedura e concorso sembrano inattaccabili. I 5 Stelle falconaresi hanno però sollevato il dubbio che dietro tutto ci sia un modo per accontentare il graduato dopo la mancata conferma del Comando a fine 2015. Interrogativo che nasce dal fatto che l'attuale comandante falconarese, Alberto Brunetti, è anche vicesindaco di Castelleone di Suasa. «E vissero tutti felici e contenti – scrivono i pentastellati sulla loro pagina fb - E voi, falconaresi? Siete contenti di questa bella favola, a lieto fine, con i soldi nostri? Che ha riflessi sulla sicurezza cittadina? Siete soddisfatti di come la PM lavora?». Lasciato il ruolo di comandante, secondo il sindaco Brandoni esclusivamente a causa di una legge regionale che non prevedeva anche la dirigenza del settore, in realtà anche per problemi di tenuta in maggioranza, Martelli è rimasto a Falconara dove è dipendente di ruolo. Dallo scorso anno si divideva, con comando part time, con Monte San Vito. Il suo ufficio è rimasto vacante per mesi in attesa dell'accordo - poi non trovato – per il comandante unico con Ancona finché non è stato nominato Brunetti, già dirigente del settore

Il Brunetti vicesindaco, ovviamente, non era nella commissione che ha valutato le domande. C'era, tuttavia, una vecchia conoscenza falconarese: l'ex comandante falconarese Roberto Rossetti (arrivato con la giunta Recanatini e poi ripartito dopo l'avvento di Brandoni) che ha diretto i vigili dell'Unionie dal 2012. I 5 Stelle lo hanno già ribattezzato "Il valzer dell'urbano". Il sindaco Brandoni non ci sta. «È stato un concorso pubblico regolare – sbotta il sindaco – ma se i grillini pensano ci siano irregolarità facciano un esposto ma non a me. Lo chiedano al capo dell'Unione Misa Nevola che è il sindaco di Corinaldo, del Partito Democratico. E se pensano che la nomina di Brunetti a comandante sia irregolare facciano altrettanto: sapremo come rispondere ma poi dovranno chiedere scusa. I post su Facebook non mi interessano». A grandi linee è la stessa risposta che ci è stata data in merito all'altra polemica riguardante la pm: il timore dell'Ugl che i lavori di Palazzo Bianchi, con rimozione di amianto, possano essere nocivi ai lavoratori e ai cittadini che si recano agli uffici comunali. «Non rispondo tramite la stampa – si limita a dire – se l'Ugl vuole risposte mandi una lettera». Come se gli articoli li leggessero solo i sindacalisti, ma tant'è. La risposta l'abbiamo trovata dall'assessore ai Lavori Pubblici, Matteo Astolfi: «I lavori di restauro e risanamento conservativo che stanno interessando Palazzo Bianchi sono in regola con tutti i dovuti accorgimenti e cautele prescritti dalla legge. I piani di lavoro sono stati autorizzati dall'Asur mentre la direzione lavori è stata affidata a tecnici comunali» rassicura l'assessore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex comandante "assunto" dal nuovo in un altro ente: 5 Stelle all'attacco

AnconaToday è in caricamento