Lunedì, 26 Luglio 2021
Politica

Oltre 15mila euro dal 5 per mille, destinati alla promozione dei diritti dell'infanzia

Dalla nuova comunicazione del Ministero dell’Economia, infatti, emerge che la dichiarazione del 2018 (redditi 2017) ha portato in dote alla nostra città, grazie alla sensibilità di 665 contribuenti, ben 15.500 euro

Comune di Jesi

JESI - Nella raccolta del 5 per mille che i cittadini hanno devoluto al proprio Comune di residenza per attività sociali, Jesi svetta ancora nelle Marche, ponendosi come tra le città capaci di attrarre maggiori risorse su progetti dedicati.

Dalla nuova comunicazione del Ministero dell’Economia, infatti, emerge che la dichiarazione del 2018 (redditi 2017) ha portato in dote alla nostra città - grazie alla sensibilità di 665 contribuenti -  ben 15.500 euro, accreditati in questi giorni sul conto del Comune di Jesi. I 15.500 euro saranno tutti utilizzati per le finalità che l’Amministrazione comunale  aveva pubblicizzato promuovendo la raccolta, vale a dire  favorire la promozione dei diritti dell’infanzia in ambiente urbano. In particolare, ritenendo l’attività ludica non solo uno dei diritti fondamentali del bambino, ma uno strumento di crescita, socializzazione ed integrazione, sarà rivolto a questo ambito l’intervento finanziario. All’interno dello stesso il Comune è impegnato anche ad arricchire con nuovi giochi sia i parchi pubblici che i giardini delle scuole dell’infanzia. La destinazione di promozione sociale dei soldi ricevuti con il 5 per mille è la finalità prevista dalla legge per ammettere gli enti locali a questa opportunità. Si ricorda che il 5 per mille non costa nulla, non sostituisce l'8 per mille e può essere devoluto sottoscrivendo il riquadro che reca la scritta "Sostegno alle attività sociali svolte dal Comune di residenza" nei modelli della dichiarazione dei redditi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 15mila euro dal 5 per mille, destinati alla promozione dei diritti dell'infanzia

AnconaToday è in caricamento