Politica

Verdi: "5 per mille al Comune? Nulla di male: ecco perchè"

"Ogni cittadino può decidere ciò che vuole non sarà né il sindaco nè qualunque altra associazione a poterlo obbligare a fare alcunchè, ma è giusto che tutte le possibilità siano conosciute"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"Due parole soltanto senza voler togliere nulla alle associazioni di volontariato che riescono con impegno ad intervenire dove le istituzioni non riescono, io non credo ci sia nulla di male da parte di un comune a chieder ai cittadini di scegliere appunto il comune per destinare il proprio 5 per mille e spiego perché:

  • la quota del 5 per mille è volontaria ed è ciascun cittadino che decide come destinarla, quindi la sollecitazione del sindaco potrebbe rimanere inascoltata,
  • tutti quei cittadini che in passato hanno destinato il 5 per mille ad una associazione di volontariato di qualsivoglia genere, hanno sicuramente stima del lavoro che l'associazione svolge quindi probabilmente non cambieranno destinazione,
  • è di oggi il chiarimento rispetto al fatto che il 5 per mille se destinato ai comuni può essere impegnato solo per fini sociali, quindi il comune sarà di supporto al lavoro fatto dalle associazioni per sostenere i cittadini che necessitano di aiuto.

Si tratta di una opinione semplice ma che potrebbe servire a stemperare una polemica secondo me un pochino sopra le righe, ogni cittadino può decidere ciò che vuole non sarà né il sindaco nè qualunque altra associazione a poterlo obbligare a fare alcunchè, ma è giusto che tutte le possibilità siano conosciute."

Caterina Di Bitonto

Ecologisti e Civici di Ancona

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verdi: "5 per mille al Comune? Nulla di male: ecco perchè"

AnconaToday è in caricamento