Sabato, 18 Settembre 2021
AnconaToday

Messa in sicurezza dello scolmatore: l'affondo di Marco Baldassini

Nonostante una mozione depositata dal Consigliere Comunale Baldassini Marco a maggio 2020 , nessuno fa nulla

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

«Sono trascorsi ormai 15 mesi e l’amministrazione non ha preso in carico la richiesta tramite mozione urgente , di mettere mano alla sistemazione dell’arenile di spiaggia libera tra Villanova e il cavalcavia tramontana , ma più che altro non si sa nulla di cosa voglia fare la proprietà dello scolmatore in spiaggia per la sua sicurezza : si vorrà mettere a rischio la struttura ormai in balia del amare anche per il prossimo inverno? Il consigliere Baldassini non ci sta e attende l’esito della parziale rifioritura delle scogliere che dovrebbe avvenire in questi giorni , visto l’affidamento dato il 30 settembre 2020 e la proroga dell’ordinanza della Capitaneria di porto di Ancona che fissa il termine dell’opera edile marittima al 31 agosto, in piena attività balneare . Se è stato possibile prorogare i termini per la rifioritura delle scogliere a mezzo impiego unità navale al 31 agosto , perché l’amministrazione non ha previsto anche la messa in sicurezza dello scolmatore di via Roma e il riporto della breccia nella spiaggia libera ? Forse la proprietà dello scolmatore sostiene che il problema non è suo ma del fenomeno erosivo ? Se fosse cosi e visto che ci sono le risorse disponibili dal gennaio 2021 ovvero 90.000 euro per la difesa della costa con contributo Regionale e altri 20.000 euro circa come rimanenza della rifioritura del 2018 ; cosa si sta aspettando? Il Baldassini ci ricorda che ha depositato mesi fa un “schizzo” di progetto per la messa in sicurezza dello scolmatore che prevede il “modello veneto” ovvero posizionare con dei mezzi meccanici terresti (ruspa ed escavatore) una mezza luna di scogli in acqua a pochi metri dalla battigia davanti alla struttura , reperibili da quelli trovati durante lo scavo del 2016-2017 per il posizionamento del nuovo collettore nell’arenile interessato e stoccati nei pressi dell’area verde in spiaggia a Villanova in via Monti e Tognetti, A seguito del posizionamento di questa mezza luna di scogli , si preveda di prelevare arenile , in abbondanza, sempre a Villanova facendo quindi uno sbancamento/spostamento sul posto.

La stessa cosa andrebbe fatta a Villanova in prossimità del pontiletto dello scarico a mare , ove persistono i blocchi di cemento posizionati ormai due anni fa a protezione della curva del collettore interrato , opera a suo tempo dichiarata provvisoria . Nulla di più semplice e di immediato , ma anche questa è la dimostrazione che questa maggioranza e il suo Sindaco non ascoltano a nessuno In foto i blocchi di cemento "provvisori" a Villanova»

Firmato Capogruppo Gruppo Misto Marco Baldassini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messa in sicurezza dello scolmatore: l'affondo di Marco Baldassini

AnconaToday è in caricamento