rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
AnconaToday

Le "Marconi" verso il maxi-restyling: priorità all’adeguamento sismico ed efficientamento energetico

L’intervento stimato in 7.485.911 euro è ritenuto il più impegnativo tra quelli inseriti nel bando per l’accesso ai fondi del Pnrr

ANCONA- E’ ritenuto l’intervento più corposo e impegnativo, nell’ambito dell’edilizia scolastica, tra tutti quelli inseriti nel bando per l’accesso ai finanziamenti del Piano nazionale ripresa e resilienza (Pnrr).

Il restyling delle scuole medie Marconi, nel quartiere delle Grazie-Tavernelle ad Ancona, è tra le opere più attese in questo senso. Il plesso di via Verga, allo stato attuale ma anche storicamente, ospita un gran numero di studenti e dipendenti e per questo le opere previste sono diventate di primaria importanza. Tramite i finanziamenti europei si conta di sovvenzionare in particolare l’adeguamento sismico e l’efficientamento energetico (ritenute l’assoluta priorità) della scuola. Il progetto definitivo, che era stato già redatto nell’ambito del piano ministeriale triennale dell’edilizia scolastica, è stato inoltre stimato in 7.485.911 euro.

L’opera delle Marconi si inserisce all’interno del più ampio contesto del rinnovamento scolastico, in termini di edifici, perseguito da tempo dal Comune di Ancona. Sotto la lente di ingrandimento dei tecnici sono finiti l’asilo nido di Collemarino, l’ex Sabin (sorgerà anche una nuova biblioteca), la scuola dell’infanzia Garibaldi in pieno centro, le elementari Carlo Antognini in zona Borgorodi e, infine, la Don Milani di Torrette.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le "Marconi" verso il maxi-restyling: priorità all’adeguamento sismico ed efficientamento energetico

AnconaToday è in caricamento