Mercoledì, 29 Settembre 2021
Tasse

Imu, scadenza dell'acconto: come e quando pagare

La guida all'imposta sugli immobili per il Comune di Ancona

L’IMU ha per presupposto il possesso di immobili, esclusa, a decorrere dal 01/01/2014, l’abitazione principale e le pertinenze della stessa, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1 – A/8 e A/9. L'acconto si paga a giugno, il conguaglio a dicembre.

Come pagare

Il 16 giugno 2021 scade il termine per il pagamento dell’acconto per l’anno 2021. Il versamento dell’acconto è pari all’imposta dovuta per il primo semestre applicando l’aliquota e la detrazione dei dodici mesi dell’anno precedente. Per il calcolo è sempre possibile rivolgersi a centri di assistenza fiscale o professionisti. In alternativa, Ancona Entrate mette a disposizione dei cittadini i seguenti servizi:

  •  collegandosi al sito internet di Ancona Entrate è possibile utilizzare un’applicazione “CALCOLO IMU” che effettua il calcolo dell’importo dovuto e consente di stampare il modello di pagamento F24. Per effettuare correttamente il conteggio è indispensabile disporre della rendita catastale aggiornata per tutti gli immobili posseduti: i dati catastali richiesti sono comunque reperibili presso gli uffici dell’Agenzia del Territorio, che fornisce altresì un servizio online gratuito per la consultazione delle rendite catastali;
  •  presso gli sportelli al pubblico di Ancona Entrate sarà attivo un servizio di calcolo dell’IMU. Il conteggio sarà effettuato sulla base della dichiarazione fornita dal contribuente, che resta responsabile del corretto adempimento tributario. Si dovrà compilare il "modello Prenotazione IMU" indicando gli identificativi catastali aggiornati relativi a tutti gli immobili posseduti, la rendita, la percentuale e il periodi di possesso e ogni altra informazione relativa a condizioni incidenti sulla quantificazione del tributo.

Ancona Entrate

Lo sportello al pubblico di Ancona Entrate, sito in via dell’Artigianato, 4 – Ancona (zona Palombare) è aperto nei seguenti orari:

– lunedì 9:00 – 13:00;
– martedì 15:00 – 17:00;
– mercoledì 9:00 – 13:00;
– giovedì 10:00 – 16:00;
– venerdì 9:00 – 13:00.

È possibile scaricare dal sito web di Ancona Entrate (www.anconaentrate.it) la Guida IMU 2021. Per ulteriori informazioni sull’IMU, tutti gli interessati, potranno rivolgersi al FrontOffice della Società Ancona Entrate Srl, in Via dell’Artigianato, n. 4 oppure
contattare il numero verde 800.551.881.

Non si applica

  •     alle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, ivi incluse le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica;
  •     ai fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal D.M. 22/04/2008 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  •     alla casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito del provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
  •     ad un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento civile e militare, nonché al personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e, fatto salvo quanto previsto dall’art. 28, comma 1, del d.lgs. 139/2000, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica;
  •     alla sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso. Per questa unità immobiliare, le imposte comunali TARI e TASI sono applicate, per ciascun anno, in misura ridotta di due terzi;
  •     all’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

Chi paga

  • il proprietario di fabbricati, di aree fabbricabili e di terreni a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l’attività dell’impresa;
  • il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie su fabbricati, aree edificabili e terreni;
  • il concessionario, nel caso di concessione di aree demaniali;
  •     il locatario, per gli immobili anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria. Il locatario è soggetto passivo a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto;
  •  il coniuge assegnatario della casa coniugale, a seguito del provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, il quale si intende in ogni caso, ai fini del tributo, titolare di diritto di abitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imu, scadenza dell'acconto: come e quando pagare

AnconaToday è in caricamento