rotate-mobile
Guida

Saldi, pochi giorni al via: il decalogo anti-trappola

L’Adoc, Associazione difesa e orientamento consumatori, ha predisposto un decalogo per evitare di incappare nelle "trappole" che spesso si celano dietro lo sconto

ANCONA - Con il nuovo anno arrivano il periodo dei saldi. La caccia all’affare nelle Marche inizierà il 5 gennaio e per questo l’Adoc, Associazione difesa e orientamento consumatori, ha predisposto un decalogo per evitare di incappare nelle "trappole" che spesso si celano dietro lo sconto. Dieci punti, una serie di consigli per effettuare acquisti sicuri e conoscere i propri diritti di consumatori. “Con questa iniziativa - spiega Alessia Ciaffi, responsabile Adoc Marche – vogliamo informare i cittadini e orientarli verso acquisti consapevoli, sicuri e prudenti e che siano veramente delle occasioni”.

  • Il venditore è tenuto a sostituire l’articolo difettoso, lo sconto applicato non incide e non elimina questo diritto del consumatore nei limiti della legge.
  • La prova dei capi di abbigliamento è lasciata alla discrezionalità del venditore, le regole sono le stesse tutto l’anno. Valutate quindi se scegliere un negozio che offre questa possibilità invece di un negozio che non la concede.
  • Il venditore deve esporre un cartellino con l'indicazione in euro del prezzo iniziale, di quello finale e della percentuale di sconto applicato, così è chiaro lo sconto effettivamente applicato.
  • Attenzione ai prezzi troppo bassi. È buona regola non fidarsi di sconti eccessivi, potrebbero nascondere prodotti difettati oppure i cosiddetti fondi di magazzino.
  • Prima di acquistare un prodotto controllate i prezzi esposti anche visitando più negozi. Un acquisto attento presuppone il giusto tempo per scegliere e per verificare l’effettiva convenienza.
  • Decidete l’acquisto in base ad esigenze concrete. E’ importante non fare acquisti inutili mossi solo dalla convenienza del prezzo. Decidiamo di acquistare ciò che effettivamente è utile o serve oltre che conveniente.
  • Utilizzate i negozi di fiducia dove è possibile acquistare prodotti già visti in vendita e magari anche già adocchiati a prezzo pieno. Così possiamo essere sicuri che gli acquisti fatti siano saldi D.O.C.
  • Controllate anche l’etichetta del prodotto, non solo il prezzo.È importante sapere cosa si compra, conoscere le caratteristiche e la qualità dei prodotti verificando anche se vi sono marchi di qualità e di sostenibilità ambientale e sociale.
  • Acquistiamo con un occhio al prezzo ed un altro alla qualità e sostenibilità dei prodotti.
  • È possibile effettuare i pagamenti sia in contanti che utilizzando carte di credito e bancomat se il punto vendita è convenzionato. In questo caso, tranne che per oggettiva impossibilità, il commerciante non può rifiutare di accettare questi strumenti di pagamento.
  • È importante decidere la somma che possiamo spendere, ricordiamo sempre che le spese devono essere proporzionate alle nostre entrate. Non c’è “affare” nelle spese fuori controllo, impariamo a fare i conti con il nostro bilancio prima di effettuare ogni acquisto.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi, pochi giorni al via: il decalogo anti-trappola

AnconaToday è in caricamento