Assegno di cura per anziani non autosufficienti, come chiedere il sussidio

I requisiti e le modalità di presentazione della domanda per ottenere il contributo

ANCONA - Ai sensi della DGR 1697/2018 sono destinatari dell’assegno di cura gli anziani non autosufficienti residenti nel Comune di Ancona che usufruiscono di adeguata assistenza da parte dei familiari, anche non conviventi. L'assegno di cura non costituisce vitalizio ma supporto personalizzato nell'ambito del Piano assistenziale. Ha durata di 12 mesi, al termine dei quali viene ricostituita la graduatoria. L'assegno di cura viene effettivamente erogato al beneficiario solo dopo il trasferimento dei fondi per la non autosufficienza , da parte della Regione Marche ai Comuni/Ambiti Territoriali. 

Requisiti

La persona anziana assistita deve:

a) aver compiuto i 65 anni di età;

b) essere stata dichiarata non autosufficiente con certificazione di invalidità pari al 100% e usufruire di indennità di accompagnamento. Si fa presente che vale la certificazione di invalidità anche per il caso di cecità. È equiparato l’assegno per l’assistenza personale continuativa erogato dall’INAIL se rilasciato a parità di condizioni dell’indennità di accompagnamento dell’INPS. Non possono presentare domanda di assegno le persone per le quali non si sia ancora concluso il procedimento per il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento.

c) essere residente nel Comune di Ancona ed ivi domiciliata.

d) usufruire di adeguata assistenza presso il proprio domicilio o presso altro domicilio privato nelle modalità verificate dall’Assistente sociale dell’Ambito. Qualora l’intervento assistenziale sia svolto con l’aiuto di assistente familiare privata, la stessa deve essere in possesso di regolare contratto di lavoro I requisti di cui sopra devono essere posseduti al momento di presentazione della domanda. Qualora l’intervento assistenziale sia svolto con l’aiuto di un‘assistente familiare, la stessa è tenuta ad iscriversi all’Elenco regionale degli Assistenti Familiari gestito presso il Centro per l’Impiego, Servizio Incrocio Domanda/Offerta. Nel caso in cui l'assistente familiare risultasse inserita nello stato di famiglia dell'anziano non autosufficiente il reddito dell'assistente va escluso dall'ISEE. Non sono accoglibili le domande di coloro che vivono in modo permanente in strutture residenziali (es. Residenze protette, RSA).

Documenti da allegare alla domanda

Le domande dovranno essere obbligatoriamente corredate da: 

1) copia della attestazione ISEE ordinario in corso di validità, ovvero copia della DSU qualora l’ISEE non sia disponibile entro i termini di scadenza del bando. 

2) copia della certificazione di invalidità civile e riconoscimento della indennità di accompagnamento o dell’assegno per l’assistenza personale continuativa erogato dall’INAIL se rilasciato a parità di condizioni dell’indennità di accompagnamento dell’INPS. 

3) copia della certificazione attestante la diagnosi di Alzheimer per i soggetti che ne sono affetti. 

4) copia del contratto di lavoro nel caso in cui l’assistenza all’anziano sia prestata attraverso un’assistente familiare privata.

Chi può presentare la domanda

l’anziano, quando sia in grado di determinare e gestire le decisioni che riguardano la propria assistenza e la propria vita; 

- i familiari che accolgono l’anziano presso il proprio nucleo o che si prendono cura dello stesso anche se non convivente; 

- il soggetto incaricato della tutela dell’anziano in caso di incapacità temporanea o permanente. 

Le domande vanno presentate presso gli uffici di promozione sociale di competenza territoriale dal 23 gennaio 2020 alle ore 12 del 21 febbraio. Non fa fede il timbro postale.

Gli uffici si trovano in: 

- Viale della Vittoria n. 37 (anche per i residenti della zona di Torrette/Collemarino) Tel. 071/2225130

- Via Ascoli Piceno n. 10 (anche per i residenti della zona di P.zza S. d'Acquisto) Tel. 071/2225142-2225143

Gli Orari di Apertura degli UPS sono i seguenti: Lun. – Mer. – Ven: dalle 09:00 alle 13:00, Giov: dalle 10:00 alle 16:00

L'assegno non è compatibile:

• con il servizio di assistenza domiciliare (SAD); 
• con gli interventi del Progetto Home Care Premium 2019 dell'Inps, rivolto a familiari/dipendenti pubblici; 
• il contributo per la disabilità gravissima di cui alla DGR Marche 1697/2018.
L’assegno di cura si interrompe: 
• nel caso in cui l’assegnatario sia inserito in maniera permanente in struttura residenziale 
• con il venir meno delle condizioni previste all’atto della sottoscrizione degli impegni assunti con i destinatari dei contributi 
• con il venir meno delle condizioni di accesso e in genere delle finalità previste dall’intervento. 

Il bando completo sul sito del Comune di Ancona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio alla baia, le fiamme divorano il ristorante Spiaggia Bonetti

  • Ricercato in Italia, faceva la bella vita a Santo Domingo: preso latitante marchigiano

  • Alba di fuoco a Portonovo, ogni ipotesi aperta. Bonetti: «Una tragedia ma ripartiremo»

  • La polizia gli chiede i documenti e lui si rifiuta: «Non siete legittimati a farlo»

  • Piazza del Papa come un ring, volano anche bottiglie di vetro: tre giovani in ospedale

  • Terribile schianto in via Conca, tir perde il controllo e schiaccia un'auto

Torna su
AnconaToday è in caricamento