menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo la Bandiera Blu ecco il riconoscimento per il turismo green

Numana raddoppia e sempre con la Fee si aggiudica per il secondo anno consecutivo la Spiga Verde, dedicato all’ambiente

C’è la Bandiera Blu che contrassegna le migliori località costiere. Ma da tre anni a questa parte c’è anche la Spiga Verde con la quale sempre la Fee, in questo caso in collaborazione con Confagricoltura, assegna merito alle migliori realtà del turismo rurale, ambientalmente sostenibile. Green, in poche parole. Numana ha entrambe. La cittadina del Conero conferma il riconoscimento già raggiunto lo scorso anno allo storico vessillo blu. In una regione, le Marche, prima nella classifica delle regioni con ben sei vessilli. Oltre a Numana ci sono anche Esanatoglia, Grottammare, Matelica, Mondolfo, Montecassiano. Siamo la terza edizione è solo Matelica ha fatto en plein. 

«Un risultato importante ed entusiasmante, solo se si pensa che il primato è stato raggiunto confrontandosi con realtà importanti, come la Toscana e l’Umbria, dove il paesaggio rappresenta un’icona e un valore internazionalmente riconosciuti - commenta la vicepresidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura - Una soddisfazione grande, il primato, da condividere con gli amministratori locali, le associazioni di categoria, gli operatori agricoli che, con il loro lavoro quotidiano, preservano il territorio e l’ambiente. Come Regione abbiamo puntato molto sul biologico, sulla diffusione delle ciclabili, sulla riduzione e riuso dei rifiuti, sul consumo intelligente e accorto del territorio. Scelte che pagano anche in termini economici e non solo d’immagine. La sostenibilità è oggi un valore concreto che permea tutte le attività regionali, promuovendo le buone pratiche anche a livello locale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento