Raccolta differenziata, a novembre raggiunta la percentuale del 60,5%

Gitto: «Siamo ancora lontani dal 65%, ma guardiamo al 2020 con fiducia». Rubegni «Un segnale incoraggiante figlio della strategia messa in campo nel 2019»

ANCONA - A distanza di 3 anni, ovvero da quando sono cambianti i parametri di calcolo della raccolta differenziata per direttiva del Ministero dell’Ambiente, ad Ancona la raccolta differenziata nel mese di novembre raggiunge la percentuale del 60.5%.

«Non è un punto di arrivo – ha rilevato Antonio Gitto Presidente di AnconAmbiente – ma di partenza, d’altronde, com’è noto, il limite imposto dalla legge è del 65%, siamo quindi ancora lontani. Tuttavia è palese che si scorgano i primi frutti di un’attività articolata di comunicazione, incontri sul territorio e con le scuole che ci hanno visto impegnati in questo 2019. A testimonianza di ciò voglio aggiungere altri 2 dati. La app Junker è stata scaricata dal 17% dei nuclei familiari che risiedono nei comuni gestiti da AnconAmbiente (Ancona, Fabriano, Sassoferrato e Serra De’ Conti ndr) ed è oggi pienamente operativa anche con il servizio di segnalazione del degrado urbano che trasforma i cittadini in “sentinelle” della pulizia nelle proprie città. Anche la seconda edizione della campagna “Regaliamoci l’Ambiente” fatta per la città di Ancona e conclusasi il 20 dicembre ha ottenuto ottime performance con oltre 300 kit consegnati per il recupero e il riciclo della frazione organica, ovvero quella di origine prevalentemente alimentare. Sono tutti tasselli di un mosaico molto complesso, quello della raccolta e gestione dei rifiuti urbani, ma che sicuramente motiva tutta AnconAmbiente nell’affrontare un 2020 con il massimo dell’impegno».

«Abbiamo cambiato la decina – ha dichiarato Roberto Rubegni Amministratore Delegato di AnconAmbiente – e questo è un risultato confortante. Il dato del 60.5% si riferisce esclusivamente al mese di novembre 2019 e deve essere letto come un segnale incoraggiante che spinga tutta l’azienda a perseguire quelle che sono state le linee guida strategiche adottate in questo 2019 che si avvia alla conclusione. Allo stesso tempo la città risponde in maniera positiva alle nostre iniziative, siamo sulla strada giusta e il mio appello agli utenti è sempre quello di interagire, partecipare e relazionarsi con AnconAmbiente. Gli strumenti ci sono, l’azienda è pronta e disponibile, raggiungere la percentuale di legge fissata al 65% è un obiettivo alla nostra portata».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento