Raccolta differenziata, obiettivo 65%: arrivano i contenitori con serratura

Da maggio via al porta a porta nelle frazioni. Nel 2019 rilevate 330 violazioni anche grazie all'aiuto delle fototrappole contro i furbetti dell'immondizia

La riunione in Comune sul tema della differenziata

L'Amministrazione comunale è da tempo impegnata nel costante miglioramento della gestione del ciclo integrato dei rifiuti.  L'obiettivo è quello di  raggiungere il traguardo del 65% di raccolta differenziata imposto dalla normativa comunitaria e nazionale. Per far ciò è necessaria la piena collaborazione dei cittadini ed è pertanto necessario coinvolgere tutti con un’iniziativa che li veda protagonisti consapevoli con l’obiettivo di diminuire in maniera significativa i quantitativi di materiale conferito in discarica che, ad oggi, rappresentano costi elevati e non più sostenibili tal punto di vista ambientale ed economico.

Dell'argomento si è parlato nel corso di una conferenza stampa, alla presenza dell'assessore all'Ambiente Michele Polenta, dell'amministratore delegato di AnconAmbiente Roberto Rubegni, di Matteo Giantomassi, responsabile del Servizio comunicazione istituzionale di Ata Rifiuti e della Comandante della Polizia locale, Liliana Rovaldi.  L’iniziativa, nello specifico, prevede in prima battuta il coinvolgimento di tutti gli amministratori di condominio nel Comune di Ancona, interessati dalla raccolta domiciliare porta a porta: sono stati convocati ad un tavolo tecnico congiunto con le autorità competenti in materia di gestione dei rifiuti per intraprendere un’azione dedicata ai rispettivi condomini. E’ prevista la dotazione di apposite serrature per i cassonetti destinati alla raccolta della “frazione indifferenziata” posizionati su suolo pubblico. Le serrature, fornite a titolo gratuito da AnconAmbiente S.p.A., sono finalizzate a evitare il conferimento improprio di rifiuti da parte dei non residenti nel condominio, al fine di garantire un maggiore decoro urbano e la pulizia delle aree deputate alla raccolta dei rifiuti.  

Contestualmente, si prevede anche un costante controllo e monitoraggio, da parte degli operatori che effettuano la raccolta, sull’esattezza dei rifiuti conferiti, che porterà, in caso di non conformità della raccolta differenziata, al non ritiro e alla segnalazione dei sacchi non conformi, fino a interventi mirati da parte della Polizia locale per contrastare fenomeni illeciti e di mancata selezione del materiale di scarto. Il passo successivo prevede l’invio di lettere informative ai singoli condomini interessati. Questa iniziativa rappresenta un valido strumento di rilancio per la raccolta differenziata nel nostro territorio, oltre a garantire una consapevole partecipazione cittadina al raggiungimento di un obiettivo comune legato all’ambiente. «A inizio maggio, inoltre - ha affermato l'assessore all'Ambiente, Michele Polenta - partirà la raccolta differenziata porta a porta, ora di prossimità, anche nelle frazioni. Si inizierà da Montacuto, Varano, Poggio, strada provinciale del Conero e  successivamente toccherà alle frazioni a nord di Ancona. La raccolta porta a porta riguarderà il rifiuto indifferenziato, la carta e la plastica mentre per l'organico e vetro si effettuerà su strada con appositi contenitori».

Il nucleo di Polizia ambientale, per affrontare la situazione dello smaltimento incontrollato dei rifiuti nel territorio comunale, svolge attività di controllo monitorando quotidianamente siti segnalati dai cittadini e organi competenti. Il controllo avviene con l’ausilio di 15 fototrappole, con le quali viene svolto un ottimo lavoro di prevenzione e repressione su tutti quei siti periferici ove l’abbandono avviene con l’ausilio di mezzi targati, quindi facilmente individuabili sono i trasgressori (al momento ne sono posizionate 10). Il personale del nucleo accerta lo stato d’uso dei dispositivi, il corretto funzionamento e visiona circa 20.000 fotogrammi alla settimana (950.000 annui circa). Con tale attività si procede con la successiva  verbalizzazione nel caso di violazioni amministrative. In caso di violazioni perseguibili penalmente viene svolta attività di indagine con conseguente informativa alla Procura della Repubblica. Le attività riguardanti le specifiche mansioni del nucleo vengono frequentemente svolte in sinergia con personale specializzato dipendente  di  AnconAmbiente  e  con personale dell’ufficio Ambiente del Comune di Ancona e, in caso di necessità, avvalendosi di personale tecnico dell’Arpa Marche.  

Nel corso del 2019 sono stati effettuati 250 controlli congiuntamente a personale dell’azienda AnconAmbiente per la verifica del rispetto del regolamento comunale relativo alla raccolta differenziata dei rifiuti e 160 ispezioni a seguito di segnalazioni ed esposti di cittadini per abbandono dei rifiuti sul territorio comunale e segnalazioni di discariche abusive con rispettivi riscontri e relazioni. In tutto il territorio comunale sono state accertate 330 violazioni di carattere amministrativo nel 2019, per violazioni al regolamento per la gestione dei rifiuti urbani del Comune di Ancona e una (in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza) di carattere penale con segnalazione alla procura della Repubblica. Nel dettaglio: 230 infrazioni per mancata differenziazione di cui 20 per abbandono; 100 infrazioni scaturite dalla disamina delle immagini delle fototrappole di cui 29 per abbandono e 71 per conferimento da altri comuni; una ispezione unitamente a personale Arpam per accertamenti di carattere ambientale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo l’elenco delle vie dove sono stati dislocati i contenitori differenziati con serratura: via Chiesa, Cadore, Battisti, Montegrappa, Zara, Corridoni, Baracca, Panoramica, Thaon de Revel, Santa Margherita, Montesanto, Volterra, Friuli, Redipuglia-Villa Almagià, Oslavia, Rovereto, Rodi, Rodi-Pincio, Tommasi, Veneto, Isonzo, San Michele, Tagliamento, Asiago, Martiri della Resistenza, Duomo, Ospizio, Scosciacavalli, Cardeto, Goito, Martelli, Indipendenza, Villarey, Volturno, Martelli, Belvedere, Orsini, Vanvitelli, Bovio, Vallemiano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Va a votare, viene presa a calci e pugni da uno sconosciuto: choc al seggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento