Giovani volontari e politici insieme per pulire l'area del Passetto: «E' una rivoluzione»

Hanno indossato guanti e raccolto rifiuti anche Emanuele Lodolini, Lucia Trenta e Federica Fiordelmondo. A testimoniare il sostegno del Comune anche l’Assessore anconetano Stefano Foresi

I ragazzi durante la pulizia al Passetto

Si è concluso un’ora dopo il tramonto di ieri il terzo evento di pulizia del territorio anconetano, organizzato dall’associazione “Casa dei giovani Piero Alfieri” in sinergia con il Comune di Ancona. Erano più di quaranta le persone che hanno sfidato il primo freddo invernale e hanno lavorato per circa tre ore alla pulizia della zona del Passetto. Un appuntamento verde annunciato da due settimane nei social. Il Monumento ai Caduti, la scalinata che porta alla spiaggia e la pineta sono stati il luogo d’azione del movimento di speranza a favore dell’ambiente. Da mesi l’associazione giovanile ha intrapreso un percorso di sensibilizzazione sul delicato tema della cura della casa comune. La pulizia del Passetto si aggiunge alle recenti esperienze di controllo avvenute al Parco del Cardeto e della Cittadella. Armati di guanti e sacchi neri i presenti sono andati alla caccia dei rifiuti, nascosti nelle zone meno accessibili e controllate del Passetto. Una decina i sacchi della spazzatura completamente pieni e quattro gli scatoloni riempiti di sole bottiglie di vetro e lattine.

«Le nostre città – racconta il vicepresidente Andrea Alfieri Padiglioni - soffrono del “rifiuto da superficialità” frutto di una mentalità menefreghista e poco consapevole di noi cittadini. L’unico modo per cambiare il nostro atteggiamento di non attenzione verso il pianeta, è toccare con mano i suoi effetti. Raccogliere da terra ciò che molti buttano ti fa sentire amareggiato. Non possiamo tornare indietro per modificare scelte sbagliate, ma possiamo partire oggi per cambiare il finale. Le persone ci ringraziano perché tornano a casa piene di entusiasmo. Così si diventa protagonisti nel bene, protagonisti del bene”. Hanno indossato guanti e raccolto rifiuti anche Emanuele Lodolini, ex Deputato alla Camera, e due consigliere comunali, Lucia Trenta e Federica Fiordelmondo. A testimoniare il suo sostegno per il progetto ambientalista è giunto al Passetto anche l’Assessore anconetano Stefano Foresi. Un sogno, quello dell’associazione, diventato realtà grazie alla loro forza di volontà e al loro entusiasmo.

«I giovani – dice il ventiduenne Luca Silviani della “Casa dei giovani Piero Alfieri” – ci sono, sono attivi e hanno voglia di lavorare. Lavorare per degli ideali alti, per degli obiettivi precisi. Oggi ho sperimentato la bellezza di sentirmi parte di una famiglia più grande. Le persone ci hanno fermato e ci chiedevano, ci ringraziavano per ciò che facevamo. Questa è una vera e propria rivoluzione». Tanti sono stati i curiosi che si sono ritrovati a fare domande e ad osservare questa piccola squadra del bene. Questi giovani stanno lanciando un forte messaggio. Un messaggio di attenzione che continuerà nei prossimi mesi. Non sono finiti infatti gli eventi di pulizia del territorio e le attività di sensibilizzazione. Questa la promessa fatta al megafono

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Nell'auto una spesa per più di mille euro, polizia chiede e loro danno risposte diverse

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Cade fuliggine dal cielo, residenti preoccupati: arriva l'Arpam per i controlli

  • Lite temeraria, condannata la palestra chiusa da 6 mesi: ipotesi class action per i clienti

Torna su
AnconaToday è in caricamento