Prorogata la scadenza per l’accesso internet nelle piazze dei Comuni marchigiani

Giorgi: “E’ nostra intenzione volere una Regione Smart in tutti i territori e soprattutto intendiamo fornire uno strumento di socializzazione, comunicazione e sviluppo gratuito per le piazze delle piccole comunità”

Su proposta dell’assessore regionale alle reti tecnologiche Paola Giorgi è stato prorogato al 30 giugno 2014 il termine ultimo per la presentazione delle domande per partecipare alla procedura di selezione per realizzare i servizi di accesso Internet nelle piazze dei Comuni marchigiani.

“Abbiamo effettuato la proroga dei termini – ha dichiarato la Giorgi – perché alcuni Comuni marchigiani hanno manifestato l’esigenza di una proroga del termine di scadenza del bando perché coinvolti nelle recenti elezioni amministrative. Considerati i tempi necessari alla costituzione degli organi delle nuove Amministrazioni comunali le stesse, attraverso il termine del 30 giugno, possono definire in tempi utili l’elaborazione e la presentazione del progetto tecnico. E’ nostra intenzione volere una Regione Smart in tutti i territori e soprattutto intendiamo fornire uno strumento di socializzazione, comunicazione e sviluppo gratuito per le piazze delle piccole comunità. Ricordo che l’intervento, condotto con le risorse residue che il Fesr 2007/13, è complemento del Piano telematico regionale grazie al quale nei primi mesi del 2015 tutta la Regione Marche sarà coperta dal servizio internet veloce. Nelle Marche è stata già realizzata una dorsale in fibra ottica di 750 chilometri e la scelta della valorizzazione del policentrismo della nostra regione, della ricchezza e bellezza dei nostri territori necessita interventi specifici che la Regione sta mettendo in campo con una grande attenzione allo sviluppo, alla competitività e attrattività dei nostri territori”.

L’obiettivo dell’intervento è di creare le condizioni per offrire l’accesso gratuito a internet nelle piazze dei comuni marchigiani attraverso un sistema di hot spot wireless, che favorisca l’inclusione e l’animazione digitale dei cittadini e dei visitatori. Il contributo pubblico è pari all’80% della spesa ammissibile. Sono ammissibili i progetti che prevedono la realizzazione di un’infrastruttura di rete Wi-Fi, progettata per offrire a ciascun utente connesso un quantitativo giornaliero per la navigazione  ed è garantito l’accesso illimitato per i servizi comunali/provinciali/regionali.

Le Marche hanno raggiunto il 98 per cento della capacità di banda larga e si pone tra le regioni maggiormente infrastrutturate dal punto di vista telematico. Una scelta strategica di fondamentale importanza per la Macroregione Adriatico Ionica che la Regione intende contribuire a realizzare, supportando la sua costruzione con tutte le dotazioni necessarie. Nella fase della nuova programmazione 2014/2020 dei Fondi strutturali europei, grande rilevanza viene data al tema dell’agenda digitale, per accrescere ulteriormente la capacità di connessione di tutti i territori. Per info sulla nuova scadenza del bando è possibile consultare: www.regione.marche.it oppure https://www.ecommunity.marche.it/pianotelematico/Bandieavvisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento