Open Municipio, Mangialardi: “Senigallia sceglie la trasparenza”

"Partecipazione democratica, trasparenza delle attività amministrative, consapevolezza del ruolo svolto dalle istituzioni, riduzione della distanza tra politica e cittadini"

"Partecipazione democratica, trasparenza delle attività amministrative, consapevolezza del ruolo svolto dalle istituzioni, riduzione della distanza tra politica e cittadini. Sono questi gli ingredienti del successo riscosso da Open Municipio, testimoniato anche dai tanti intervenuti alla presentazione del progetto, svoltasi sabato scorso alla Rotonda.

Credo si tratti di un risultato importante, perché realizza uno degli obiettivi del nostro mandato - la costituzione dell'Anagrafe Pubblica degli Eletti e dei Nominati - e va ad aggiungersi a strumenti come la rubrica "Scrivi al Sindaco" sul nostro portale istituzionale e al progetto "La città di tutti", la prassi consolidata di incontri e assemblee territoriali attraverso cui il Comune di Senigallia ha costruito occasioni di ascolto, confronto e approfondimento sui piccoli e grandi temi della città, stimolando il protagonismo dei cittadini.

Soprattutto, però, reputo fondamentale il segnale offerto da questa amministrazione alla città con Open Municipio: quello di una politica che non nasconde e non si nasconde, che sceglie la trasparenza come presupposto essenziale per la legalità e il buon governo, che propone strumenti di semplice utilizzo per rendicontare il suo lavoro e consolidare così il rapporto di fiducia tra l'ente e la cittadinanza. Non sono cose di poco conto, soprattutto in un momento difficile come questo, dove troppo spesso, purtroppo, le cronache riportano fatti e reati che si consumano nell'ambito delle istituzioni, ledendone il buon nome e dando fiato alle sirene dell'antipolitica.

Da questo punto di vista, trovo che Open Municipio acquisti anche un grande valore educativo in senso civico: se da un lato, infatti, istituisce l'obbligo per l'amministrazione di garantire ai cittadini tutte le notizie relative alla propria attività, dall'altro impone il dovere a ogni cittadino di informarsi, al fine di intervenire con proprie proposte o esercitare il proprio diritto di critica in maniera consapevole. L'auspicio è che questa nuova comunità virtuale possa contribuire a rimediare alla disaffezione maturata negli ultimi anni nei confronti della politica e magari a ridestare un nuovo interesse per la politica attiva a favore della città.

Se il paragone non è troppo azzardato, desidererei perfino che, in qualche modo, Open Municipio recuperasse il valore etico del motto che Don Milani, tanti anni fa, fece affiggere all'ingresso della sua scuola di Barbiana, quell'"I care" che ha spinto intere generazioni a occuparsi del bene collettivo e a non voltarsi dall'altra parte di fronte ai problemi. Due condizioni che reputo indispensabili per una comunità che vuol crescere e progredire.

Una bella soddisfazione, dunque, resa ancor più grande dall'essere l'unico Comune, insieme a quello di Udine, ad aver avviato un simile percorso che fa di noi dei precursori non solo a livello regionale, ma anche sul piano nazionale. Per concludere, un sentito ringraziamento a quanti hanno lavorato per raggiungere questo traguardo, in primo luogo l'assessore Paci e i consiglieri comunali che hanno seguito con attenzione e interesse l'intero percorso, e ovviamente a InformaEtica per lo sviluppo della piattaforma web."

Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento