life

Si apre il Green Loop Festival, la quattro giorni che celebra l'economia circolare

La kermesse artistica dedicata all’economia circolare proseguirà fino a domenica 20 giugno. Tutti i dettagli

Il taglio del nastro

MORRO D’ALBA – Partita ufficialmente la quattro giorni del Green Loop Festival di Morro d’Alba. All’arco di accesso al borgo storico, ammantato degli stendardi verde e blu, il taglio del nastro da parte del sindaco, Enrico Ciarimboli e del presidente della Provincia di Ancona, Luigi Cerioni, poi l’ingresso a piazza Barcaroli sul green carpet per la cerimonia di apertura della manifestazione. La kermesse artistica dedicata all’economia circolare proseguirà fino a domenica 20 giugno.

«Sin dall’inizio del nostro mandato abbiamo posto attenzione al tema della sostenibilità e dell’economia circolare – ha affermato il sindaco Ciarimboli –. Prima con semplici azioni, come la riduzione dell’uso della carta, per educare a tenere comportamenti responsabili, ma vogliamo pensare in grande, anche se siamo una piccola realtà, per questo abbiamo creduto nel Green Loop Festival, un progetto pilota che vuole però diventare una lunga storia». Il direttore scientifico ed artistico del Festival, Marco Cardinaletti, ha sottolineato come «il Festival si propone di divulgare il tema dell’economia circolare utilizzando diversi linguaggi artistici per arrivare ad un pubblico ampio. Troppo spesso, infatti, l’argomento resta confinato tra gli esperti e gli scienziati. Il Festival – ha aggiunto – vuole anche mostrare strade possibili di fare impresa in modo sostenibile e sfruttando materiali di recupero». Anche il presidente della Provincia e presidente di Ata (ente partner del Festival), Luigi Cerioni ha posto l’accento sulla necessità «di pensare in grande all’economia circolare, anche da parte dei piccoli borghi, per garantire visione e futuro ai nostri territori ed alle future generazioni». Chiusa la cerimonia di inaugurazione, il Festival si è spostato alla cantina della Villa Romagnoli per l’aperitivo in vigna: “Dalla valorizzazione dei rifiuti organici al riuso della plastica” con Stefano Santini, project manager di Nest srl e Alessandro Trentini, fondatore & direttore tecnico di Idea plast srl.

Domani, venerdì 18 giugno, continuano i laboratori per bambini e ragazzi, con “Il tappeto magico”, alle 9 a piazzale Bersaglieri, organizzato da ATA, poi “Wunderkammer, la camera delle meraviglie” (ore 16, piazzale Bersaglieri); “Che bel Typo” (ore 17 piazzale Bersaglieri); “Caccia al tesoro fotografica” (ore 18, piazzale Bersaglieri). Nel pomeriggio, alle 17, all’Auditorium Santa Teleucania, la tavola rotonda: “Promuovere l’economia circolare nel settore agricolo e vitivinicolo”, un workshop in cui gli attori del settore agricolo e vitivinicolo si incontrano per scambiarsi esperienze e conoscenze, creando terreno fertile per l’avvio del progetto VINUM, che mira a valorizzare gli scarti della lavorazione del vino per realizzare prodotti nei settori della cosmetica e della nutraceutica. Interverranno: Enrico Ciarimboli, sindaco di Morro d'Alba; il direttore di Città del Vino, Paolo Corbini, che introdurrà i lavori e coordinerà il tavolo; Germana Borsetta, ricercatrice Università di Camerino; Eva Merloni, referente del progetto “Life low carbon feed”; Rosa Prati della Cooperativa agricola Caviro; Riccardo Maderloni, presidente Gal Colli esini San Vicino; Sauro Vittori di Unicam.

Per la striscia quotidiana “Storie in Vigna”, appuntamento alle 19 a Villa Marotti Campi  per la presentazione del libro “La giostra del tempo senza tempo. I cambiamenti climatici e il patto tra le generazioni”. I cambiamenti climatici sono una realtà incontrovertibile e determinano grandi impatti sugli ecosistemi terrestri e marini, sulla salute e la vita quotidiana delle persone e degli animali, le attività produttive e tanto altro ancora. Carlo Cacciamani, climatologo, laureato in fisica a bologna, affronta questa delicata tematica nel suo libro sviluppato attraverso un dialogo immaginario tra un giovane della seconda metà di questo secolo e un altro giovane che vive invece i nostri tempi. Con la partecipazione straordinaria di Lucia Olivi, narratrice e speaker. Alle 21, in piazza Barcaroli, largo alle musicalità dei Junky Town, band formata dai tre eclettici musicisti, Simone Bellezze, Giovanna De Nigris e Simone Giorgini, che reinterpreteranno brani conosciuti di musica pop, funky, hip hop e reggae, suonando con strumenti realizzati con materiali di recupero, creando così sonorità esotiche e stravaganti. Continuano poi ad essere visitabili le installazioni artistiche: TerraMarche (sala consiliare del Comune di Morro d’Alba) e Installazione EcoDesign (Torrione Teodorico presso “Camminamento La Scarpa”), a cura di Laboratorio Linfa e Poliarte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si apre il Green Loop Festival, la quattro giorni che celebra l'economia circolare

AnconaToday è in caricamento