Camerano, mense scolastiche “plastic free” e a basso impatto ambientale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Le mense scolastiche di Camerano da alcuni mesi possono considerarsi “plastic free” in quanto le stoviglie in plastica sono state completamente sostituite con quelle compostabili presso la Scuola Elementare e la Scuola Materna “Umbriano”, mentre per le restanti strutture “D.Chiesa”, “Ceci”, “Mengarelli” sono utilizzate le normali stoviglie in metallo e i piatti in ceramica. All’Istituto Comprensivo è stata inoltre data la possibilità di aderire volontariamente al progetto “Acqua libera tutti!” promosso ad ATA Rifiuti, AAto 2 Idrico e Viva Servizi che ha come obiettivo di dotare le scuole del territorio di un erogatore di rete idrica, per incentivare il consumo dell’acqua potabile della nostra rete e di conseguenza ridurre la quantità di bottiglie e bicchieri in plastica usa e getta utilizzate a scuola, contribuendo a rendere tali luoghi “Plastic free area”. Queste iniziative si vanno ad aggiungere al già gran numero di azioni intraprese negli scorsi anni che hanno visto i plessi scolastici seguire le direttive del DM 25 luglio 2011 del Ministero dell’Ambiente che prevede l’affidamento in concessione del servizio di refezione scolastica a ridotto impatto ambientale attraverso l’applicazione di un sistema di gestione sostenibile che deve perseguire l’obiettivo di un progressivo ed ulteriore miglioramento della qualità e della economicità dello stesso. Tra le “best practice” ricordiamo: l’erogazione di prodotti biologici e della carne certificata marchigiana; l’utilizzo di prodotti in carta e detergenti che devono rispettare i criteri ecologici; il recupero del cibo non porzionato; la corretta gestione della raccolta differenziata dei rifiuti; l’informazione alle famiglie relativamente a alimentazione, salute ed ambiente, alla provenienza territoriale degli alimenti ed alla stagionalità degli stessi; la presenza di pannelli fotovoltaici su tutti gli asili; l’utilizzo di pannolini lavabili presso il nido. Assessore Ambiente Costantino Renato

I più letti
Torna su
AnconaToday è in caricamento