Degrado, siringhe e rifiuti in via Folli: concluso l'intervento di bonifica

Rimosse le siringhe e altre tipologie di rifiuti, effettuati il taglio  completo del sottobosco, la potatura e il diradamento dei cespugli

Si è concluso, nel rispetto dei tempi preventivati (tre giorni) l'intervento di bonifica nell'area adiacente a piazza d'Armi (Via Folli), segnalata dalla stampa come ricettacolo di siringhe e altri rifiuti e perciò fortemente degradata.    L'intervento, effettuato in collaborazione con una ditta privata, è in via di completamento: rimosse le siringhe e altre tipologie di rifiuti, effettuati il taglio completo del sottobosco, la potatura e il diradamento dei cespugli, l'area, di modeste dimensioni, si presenta da ieri sera completamente ripulita e in sicurezza. Nei prossimi giorni sono previsti  la posa di una staccionata per tutta la lunghezza dell'area confinante la strada e, inoltre, la sistemazione del sottofondo stradale.

“Ricevute le segnalazioni-  sottolinea l'assessore alle Manutenzioni e al Decoro, Stefano Foresi,  ci siamo mossi con  prontezza, mantenendo l'impegno assunto con i residenti nei giorni scorsi. Riteniamo doveroso intensificare l'impegno per manutenzioni costanti affinché nessuna zona della città sia trascurata, cosi come continueremo il controllo e il monitoraggio del territorio in stretta collaborazione con le forze dell'ordine. L' intenzione è quella di fare diventare questo spazio oggi bonificato un punto di riferimento per i residenti del quartierino Case sismiche di piazza d'Ami, attrezzandolo con panchine e mantenendolo in ordine, con la collaborazione di tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus si propaga nelle Marche, quasi 100 persone in isolamento in tutte le province

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

Torna su
AnconaToday è in caricamento