Laboratorio Arpa Marche: un nuovo strumento multiuso per le analisi ambientali sulle sostanze inquinanti

Si tratta del cromatografo liquido ad alta precisione, interfacciato con uno spettrometro di massa a triplo quadruplo

È uno strumento d’indagine ad alta precisione che garantisce l’acquisizione di nuovi dati e risponde alle recenti normative, nazionali ed europee, sulle sostanze particolarmente inquinanti, come PFAS, PFO e gliphosate (utilizzate per rendere resistenti ai grassi e all’acqua vari materiali) ed “emergenti” (pericolose per la salute, come residui di pesticidi, farmaci e antibiotici in elevata concentrazione). Si tratta del cromatografo liquido ad alta precisione, interfacciato con uno spettrometro di massa a triplo quadruplo, di cui si è dotato il laboratorio dell’Agenzia per la protezione ambientale delle Marche, nell’ambito del processo di specializzazione definito secondo le indicazioni della Giunta regionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli sviluppi della normativa hanno portato l’Agenzia a dotarsi di una strumentazione analitica sempre più sofisticata per identificare e verificare la concentrazione di nuove sostanze inquinanti, con capacità di risposta adeguate rispetto ai limiti imposti dalle normative europee e nazionali. Grazie all’acquisizione di questo strumento, decisamente all’avanguardia nel panorama nazionale - ha dichiarato il direttore generale Arpa Marche - e alla riorganizzazione in atto, che prevede la specializzazione delle varie sedi del laboratorio unico multisito, l’Agenzia si colloca, a pieno titolo, nella rete nazionale dei laboratori accreditati e potrà fornire supporto anche ad altre Agenzie regionali. L’assessore regionale all’Ambiente ha sottolineato che la Regione ha contribuito all’investimento, il cui obiettivo è quello di valorizzare il ruolo di Arpam, a tutela dell’ambiente e della salute di cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento