Sciopero per il clima, anche Falconara sostiene la battaglia per la sostenibilità ambientale

Dal Piedibus ai laboratori creativi con libri usati, passando per gli orti scolastici fino all’educazione alimentare, ecco il programma per l’anno 2019-2020

Manifestazione a Falconara

Anche il Comune di Falconara sostiene la battaglia dei Fridays for Future per la sostenibilità ambientale e sono tanti i progetti realizzati dall’ente attraverso il Cea comunale, riconosciuto a livello regionale. Tra le iniziative di maggior successo, il Progetto Piedibus che consente ai bambini di raggiungere la scuola a piedi, gli appuntamenti con Puliamo il Mondo che quest’anno si sono svolti tra il 20 e il 24 settembre alla foce dell’Esino e sulla ‘duna marittima’ della spiaggia di Palombina, il progetto Orti scolastici cui hanno aderito con entusiasmo i bambini delle scuole materne e dell’elementare Mercantini. Altrettante le iniziative che saranno organizzate nei prossimi mesi, come l’adesione al progetto ‘SOStenibilmente’ proposto in tutta Italia da Cifa in collaborazione con numerosi partner di livello nazionale, cui ha aderito anche il Comune di Falconara, per l’educazione ambientale nelle scuole elementari e medie: sono previste attività di educazione/animazione nelle scuole, workshop games, appuntamenti per la formazione dei docenti e un appuntamento finale per condividere con la cittadinanza il percorso didattico realizzato.

Altri progetti curati dal Cea comunale riguardano la cura della ‘duna marittima’ della spiaggia di Palombina in collaborazione con l’associazione micologica cittadina, ‘Scuole Naturali’ (dove i giardini scolastici sono ripensati come spazi fisici incentrati sulla scoperta che supportano i molteplici programmi di insegnamento e apprendimento), laboratori di arte terapia con materiali di recupero forniti dal Centro del Riuso come libri e riviste, laboratori di compostaggio, laboratori di educazione alimentare. L’assessore all’Ambiente Valentina Barchiesi illustrerà l’attività del Comune per la sostenibilità ambientale durante l’incontro previsto per il pomeriggio di oggi, venerdì 27 settembre, al Centro Pergoli con insegnanti e studenti, organizzato da Legambiente in occasione dello sciopero odierno. «La scuola, insieme alle famiglie, è la principale responsabile dell’educazione dei più giovani – dice il sindaco Stefania Signorini –. E’ per questo che tanti progetti sostenuti dal Comune partono proprio dalla scuola e da qui spesso raggiungono le famiglie: i ragazzi, sensibilizzati sulle tematiche ambientali, diventano sentinelle e promotori anche con gli adulti di buone pratiche e di principi ispirati all’ecosostenibilità». «E’ importante coinvolgere attivamente e responsabilizzare i ragazzi rispetto alle tematiche ambientali – dice l’assessore Barchiesi – ed è proprio questo il compito che da anni svolge il Cea comunale, il cui personale affianca gli insegnanti per portare avanti progetti specifici, calibrati rispetto all’età degli studenti. E’ altrettanto importante il coinvolgimento degli stessi docenti e quindi è apprezzabile ogni momento di confronto per sviluppare le attività di promozione dell’educazione ambientale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Ora è ufficiale, le Marche di nuovo in zona gialla: ma cosa cambia da domenica?

Torna su
AnconaToday è in caricamento