Giovedì, 21 Ottobre 2021
Green Camerano

Camerano, tariffa rifiuti in calo per il 2018: avvio corrispettivo con misurazione puntuale

L'assessore: «E' stato possibile impostare un piano finanziario che prevede per l’anno 2018 minori costi di smaltimento e quindi un abbassamento delle tariffe base a favore di tutte le utenze di Camerano»

«Grazie al buon risultato di raccolta differenziata del 2017, è stato possibile impostare un piano finanziario che prevede per l’anno 2018 minori costi di smaltimento e quindi un abbassamento delle tariffe base a favore di tutte le utenze di Camerano. La diminuzione di quasi 213 tonnellate (-23%) di rifiuto indifferenziato nel 2017 rispetto all’anno precedente, abbinato all’aumento della percentuale di raccolta differenziata all’81,42% (nel 2016 la percentuale media era del 73,58%) ha infatti permesso di ricalcolare il costo legato al trattamento e allo smaltimento che ovviamente è risultato più basso rispetto agli anni precedenti». Ad affermarlo l'assessore ai Rifiuti Costantino Renato.

«Andando ad analizzare i dati delle tariffe domestiche del Comune di Camerano -continua- è infatti possibile rilevare, che tutte le fasce di costo per le famiglie nel 2018, considerando immobili tra 70 e 180 mq, hanno una riduzione media totale del 19% rispetto all’anno 2017, prevedendo riduzioni maggiori per le famiglie numerose e minori per i nuclei familiari composti da una sola persona. Se prendiamo in considerazione, ad esempio, una famiglia composta da 4 persone che risiede in un appartamento di 90 mq, la tariffa base, esclusa iva e addizionale provinciale, dovrebbe assestarsi su € 75 annui (€ 6,25 mensili) che rappresenta una variazione in diminuzione di circa il 23% rispetto al 2017, mentre per un nucleo familiare di 1 persona la tariffa sarà di € 65 (€ 5.40 mensili) con una diminuzione dell’1%. Anche per le utenze non domestiche, a seconda dell’attività, ci saranno riduzioni che potrebbero variare dal 10% al 35% annuo. Se si effettua, inoltre, un confronto con alcuni Comuni limitrofi è assolutamente constatabile il minor costo sostenuto dai Cameranesi per la fruizione del servizio. Essendo il primo Comune della Provincia ad applicare un sistema di tariffazione corrispettiva, ossia che prende in considerazione i criteri di misurazione puntuale per la ripartizione del costo del servizio, secondo quanto previsto dal nuovo decreto del Ministero dell’Ambiente, la tariffa potrà però variare durante l’anno, in quanto la stessa sarà connessa al comportamento del singolo utente».

«Nei fatti -conclude l'assessore- se l’utenza ha una produzione elevata di rifiuto indifferenziato pagherà una tariffa più alta rispetto a chi rimarrà nei parametri previsti dal Piano Tariffario. Tale sistema va a premiare chi effettua correttamente la raccolta e crea una diramazione verso coloro che sono meno virtuosi. Scompare anche il costo delle buste nere aggiuntive che potranno essere tranquillamente prelevate all’Ecosportello, fino al massimo dei conferimenti previsti all’anno (52 settimane). Quanto sopra ovviamente, come già detto, riguarderà solo ed unicamente la misurazione del rifiuto secco indifferenziato, mentre non ci sarà alcun problema per le quantità conferite di plastica, carta, vetro e umido. Il modello di tariffazione, che sarà sperimentale per l’anno 2018, farà da “apripista” anche per tutti gli altri Comuni dell’Ambito che vorranno fare questo passo, in quanto le modalità studiate sono facilmente replicabili e non prevedono investimenti aggiuntivi se non quello dei sistemi di lettura dei codici, abbinati alle buste e ai bidoncini. Ad ogni modo, a fine anno, verrà effettuata apposita verifica per valutare se tale metodologia è corretta o se bisogna perfezionare ulteriormente il metodo di ripartizione dei costi. Dal continuo confronto tra il Comune di Camerano, l’Ambito Territoriale e la Rieco emerge che se permaranno le condizioni create nel 2017, si prospetta per il prossimo biennio un ulteriore miglioramento, considerato che sono in fase di studio e avvio nuovi progetti/azioni che saranno integrati nel servizio. Come negli anni passati, ovviamente qualsiasi scelta sarà orientata a creare quel giusto mix tra sostenibilità ambientale e convenienza economica che ad oggi rende compatibile i bilanci delle famiglie con i costi complessivi e le esigenze dell’impresa che garantisce il servizio».

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerano, tariffa rifiuti in calo per il 2018: avvio corrispettivo con misurazione puntuale

AnconaToday è in caricamento