Green

Camerano, efficientamento dell’impianto termico Comunale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Terminati gli interventi di efficientamento energetico dell’impianto termico presente all’interno dell’edificio Comunale. Le opere in generale hanno riguardato la sostituzione del vecchio generatore di calore (installato nel 1990) con uno nuovo a condensazione, la riqualificazione del sistema di distribuzione e del sistema di regolazione in ambiente, l’installazione del gruppo frigo e di 80 lampade e 4 fari a led. La sostituzione del generatore di calore con uno nuovo a condensazione ha lo scopo di aumentare il rendimento attraverso il recupero del calore di evaporazione contenuto nei prodotti della combustione che altrimenti andrebbe disperso in atmosfera. Di fatto il calore prodotto dai fumi di scarico, viene trasformato in energia utilizzabile permettendo di risparmiare in termini di consumi di combustibile limitando le emissioni nocive. E’ stato inoltre sostituito l’impianto frigo in quanto quello attuale risultava insufficiente per il raffrescamento degli uffici e della sala convegni. Un secondo passaggio è stato quello di riqualificare il sistema di distribuzione attraverso la modulazione della portata del fluido termovettore e il sistema di regolazione con la possibilità di attivare il riscaldamento, il raffrescamento e valutare la relativa temperatura e umidità con orari diversi nelle zone dell’edificio, in funzione del loro utilizzo. Tutte le impostazioni dell’apparecchio sono controllate elettronicamente da una scheda omologata per svolgere funzioni di sicurezza con tecnologia a doppio processore. Ogni anomalia provoca l’arresto dell’apparecchio stesso e la chiusura automatica della valvola del gas. Il risultato di tale investimento dovrebbe tradursi in una bassa produzione di fumi di scarico (in quanto la caldaia a condensazione riduce drasticamente le emissioni grazie alla minore necessità di combustione) e un consumo ridotto dovuto al recupero di calore dai fumi di combustione (normalmente espulsi dalla caldaia tradizionale senza essere sfruttati) che dovrebbe generare un risparmio medio complessivo di circa il 30%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerano, efficientamento dell’impianto termico Comunale

AnconaToday è in caricamento