Selettori al lavoro, sul Conero riprendono gli abbattimenti

Una misura contenitiva che torna a pieno regime e si prolungherà indicativamente fino al 15 luglio. Circa cento appostamenti da punto fisso e 20 trappole

Dopo l'interruzione delle attività di selezione a seguito del lockdown, riprendono gli abbattimenti di cinghiali su tutto il territorio del Parco del Conero. Il lunedì, il martedì e il mercoledì i selettori saranno al lavoro da tre ore prima del tramonto, a tre ore dopo. Una misura contenitiva che torna a pieno regime e si prolungherà indicativamente fino al 15 luglio. Circa cento appostamenti da punto fisso e 20 trappole. Queste le attività impiegate per l'operazione di controllo del numero di ungulati presenti sul Conero.

Il Parco, infatti, ha come obiettivo quello di ridurre al minimo la popolazione di cinghiali, in virtù di una sostenibilità ambientale. E i periodi annuali di abbattimento confermano la sostanziale efficacia dell'azione di contenimento. Tanto che è stato possibile riscontrare anche una considerevole diminuzione degli  incidenti avvenuti tra veicoli e ungulati, così come progressivamente minori sono state le richieste di indennizzi da parte degli agricoltori che hanno subito danni alle loro attività. Quest'ultimi, infatti, rappresentano la categoria maggiormente colpita dal passaggio dei cinghiali nelle aree dedicate alla coltura. E sono stati proprio gli agricoltori a sollecitare una ripresa tempestiva della consueta attività di abbattimento. Da lunedì sono impiegati 44 selettori e 10 trappolatori. L'attività balistica avviene da postazione fissa, dunque in completa sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento