"Progetta il tuo futuro", gli aspiranti studenti esplorano l'Università Politecnica

Ad Ancona sono arrivati 4000 ragazzi per raccogliere informazioni utili e scegliere in modo consapevole il loro percorso di studi dopo il diploma

ANCONA - Giornate di orientamento all’Università Politecnica delle Marche. A “Progetta il tuo futuro” sono arrivati 4000 ragazzi per raccogliere informazioni utili e scegliere in modo consapevole il loro percorso di studi dopo il diploma. In sei giorni (11, 12, 13, 14, 17 e 18 febbraio 2020) i ragazzi, provenienti da diverse regioni d’Italia, hanno avuto l’occasione di parlare direttamente con i docenti, toccare con mano materiali e strumenti didattici nei 37 desk informativi e visitare i 71 laboratori. Sono stati circa 700 i ragazzi che hanno fatto il test di verifica delle conoscenze, riservato agli studenti del quinto anno e che nel caso di superamento sarà ritenuto valido per l’immatricolazione. Durante gli open day circa 150 docenti delle scuole superiori hanno partecipato al “Caffè Scuola-Università” per progettare insieme attività di orientamento e formazione.
 
«Abbiamo avuto l’occasione di presentare ai tanti ragazzi e alle scuole i nostri corsi e le opportunità che offriamo. Perché andare a studiare fuori se abbiamo un centro d’eccellenza come questo? - afferma il rettore dell’Univpm, Gian Luca Gregori che ha ricordato le novità per il prossimo anno - abbiamo nuovi corsi che rispondono alle esigenze del territorio: uno dedicato alle tecniche diagnostiche, un altro sul Data science, uno sul Management della Sostenibilità e infine il corso a Pesaro su Industry 4.0».  In Aula Magna, ad accogliere ogni mattina gli studenti delle scuole, c'erano il Rettore e un gruppo di docenti che hanno presentato loro i corsi ma soprattutto l’importanza della ricerca per una didattica innovativa. Agraria, Economia, Ingegneria, Medicina e Scienze le cinque aree culturali della Politecnica hanno potuto raccontarsi attraverso i desk dove gli studenti hanno incontrato i referenti e posto loro tante domande e curiosità. Diverse le discipline raccontate: dalla sostenibilità ambientale, con la cura delle foreste e dell’ambiente, all’economia circolare, il marketing e la finanza, le innovazioni tecnologiche con i robot che riproducono i comportamenti umani, sensori indossabili e visori per la realtà aumentata senza dimenticare l’area medica con i corsi professionalizzanti e le scienze per la tutela del mare e del pianeta. Ad attenderli all’ingresso della Facoltà di Ingegneria un drone usato per scopi di ricerca all’interno del Progetto Strategico di Ateneo denominato ADELE e un info point, a cura di Emoj, spinoff nata tre anni fa all’interno di Univpm, che ha interagito con i ragazzi raccogliendo le loro emozioni attraverso lo studio dei volti. Nel pomeriggio dopo la pausa pranzo nelle mense universitarie i ragazzi hanno potuto effettuare il test di verifica delle conoscenze, visitare le sedi, le aule e i laboratori.                             
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La patente nautica si prende online: via al corso teorico e pratico

  • La figura dell'urologo in era Covid, seminario con i luminari europei: «Ridurre le degenze»

  • A scuola di voce e teatro, corsi gratuiti online: come iscriversi

  • Sharper, la notte dei ricercatori: il programma dell’edizione 2020 

  • La pandemia non ferma Sharper, la notte dei ricercatori è nella piazza virtuale

  • Studenti in transizione di genere: come funziona la carriera universitaria 

Torna su
AnconaToday è in caricamento