Gli studenti delle Faiani si prendono cura delle fioriere del centro storico

Alcune classi delle scuole primarie Faiani, accompagnare dalle insegnanti e da operatori del Comune

ANCONA - Piccoli giardinieri in azione questa mattina in corso Garibaldi, sotto lo sguardo incuriosito e ammirato dei passanti. Alcune classi delle scuole primarie Faiani, accompagnare dalle insegnanti e da operatori del Comune, si sono presentati con tutto il necessario equipaggiamento per lavori di pulizia e giardinaggio provvedendo a ripulire le fioriere collocate lungo l'arteria principale del capoluogo. Fatto questo, i bambini hanno messo quindi a dimora piantine fiorite in ogni contenitore, con il tocco finale di un cuoricino con la scritta “I love Ancona”, in occasione della festa di San Valentino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniziativa è stata condotta in collaborazione di buona parte dei commercianti di corso Garibaldi che già da tempo si sono assunti l'impegno di annaffiare e custodire le fioriere in prossimità dei rispettivi negozi. «La cura della città- ha commentato l'assessore alle Politiche Educative, affiancata dalla presidente del consiglio comunale Susanna Dini- inizia dall'educazione dei cittadini più piccoli. Ringrazio la scuola e i genitori che hanno avuto la capacità di accogliere questa iniziativa e di trasmettere questo messaggio agli scolari che faranno sicuramente tesoro di questa esperienza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Garante dei diritti scrive ai presidi: «Molti bambini hanno difficoltà con didattica online»

  • Didattica a distanza, l’Einstein Nebbia si trasferisce sul web

  • La cultura non si ferma: la biblioteca arriva in casa con libri, musica e film

  • Nidi e mense scolastiche, il Comune annuncia lo stop alle rette

  • Assistenza alla popolazione e precauzioni, corso formativo per la protezione Civile

  • Come si diventa giudice popolare

Torna su
AnconaToday è in caricamento