Scuola e polizia convivono nello stesso edificio, scongiurato il trasferimento degli studenti

Nessun trasloco per gli alunni della scuola Giovanni Paolo II. Resteranno nella sede provvisoria che ospterà anche alcuni uffici della questura

Foto di repertorio

"Mancano ancora alcuni dettagli ma posso ormai annunciare che la scuola secondaria di primo grado Giovanni Paolo II potrà rimanere nella sede attuale di Viale Zonghi fino alla completamento della ricostruzione del nuovo edificio". L'annuncio arriva dal sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli. "Prefettura e Questura hanno accolto con favore l'offerta che abbiamo fatto di disponibilità degli spazi al terzo piano dello stesso edificio per poter sistemare e far operare nella norma alcuni uffici del commissariato in attesa di potersi trasferire definitivamente insieme a Finanza e Polizia Stradale al primo e secondo piano"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Già da oltre un anno abbiamo messo a disposizione i locali del seminterrato per trasferire l'archivio della Polizia di Stato che poi rimarrà in quegli spazi come soluzione definitiva - ha proseguito Santarelli- è stato un percorso molto complicato lungo il quale non abbiamo mai perso di vista i due obiettivi: rispettare l'accordo con le forze di polizia e trovare una sede temporanea idonea alla scuola. Abbiamo cercato di far capire tutti i soggetti coinvolti le difficoltà dovute all'emergenza post terremoto senza far mancare mai l'impegno per la ricerca della migliore risoluzione del problema.
È stata importante la collaborazione del Commissariato locale e della Questura nonché della Prefettura che ha messo tutti intorno allo stesso tavolo. È stato importante anche il sostegno ricevuto dal Sottosegretario Carlo Sibilia venuto a Fabriano per la presentazione del libro di Don Aldo Bonaiuto. Si risolve così nel migliore dei modi uno dei problemi che più mi ha tenuto personalmente impegnato da circa un anno e mezzo. Abbiamo dimostrato ancora una volta di saper affrontare con serietà, concretezza e pragmatismo anche le situazioni più critiche. Sono felice per i bambini che potranno continuare a godere di quegli spazi, per le loro famiglie e per tutto il corpo docenti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo concorso pubblico dopo l'emergenza Covid

  • Tirocini e formazione aziendale, riprendono le attività sospese dal 12 marzo

  • Open day lauree magistrali, l'Università presenta 23 corsi e alcune novità

  • “Immuni o no?”, l’app che fa discutere l'Italia in un incontro all’Università

  • La scuola marchigiana presenta il conto: «90 milioni solo per infanzia e primaria»

  • Verso l’esame di maturità: come si svolgerà la prova ai tempi del Coronavirus

Torna su
AnconaToday è in caricamento