Lunedì, 27 Settembre 2021
Scuola

Una maestra in corsia: in cardiochirurgia pediatrica comincia la scuola

Grande festa oggi nel reparto di Cardiochirurgia pediatrica e congenita degli Ospedali riuniti di Ancona per l’ingresso della Maestra in corsia Silvia Sbaffi

Grande festa oggi nel reparto di Cardiochirurgia pediatrica e congenita degli Ospedali riuniti di Ancona per l’ingresso della Maestra in corsia Silvia Sbaffi.
«A differenza dell’ospedale Salesi nel nostro reparto non era presente la scuola in Ospedale”- sostiene la presidente dell’associazione Valentina Felici – Per due anni abbiamo richiesto la possibilità per i nostri piccoli e grandi cuori birichini di continuare a studiare anche se ricoverati. E’ stato aperto un tavolo di lavoro per valutare il numero dei ricoveri, l’età dei pazienti e grazie alla attiva partecipazione della Dr.ssa Rita Schocchera è stato ideato un progetto innovativo e il primo a livello nazionale: una scuola dell’infanzia e primaria a indirizzo Montessoriano.  Non posso che ringraziare il dottor Filisetti e la dottoressa Schocchera per aver istituito questo progetto e dotato il reparto del materiale montessoriano». Dopo un lunghissimo iter burocratico iniziato ad Ottobre e concluso a Febbraio, ecco dunque che la maestra fa il suo ingresso in corsia. «Ma la collaborazione con la scuola non finisce qui- continua la Presidente – da Gennaio è partito il progetto “A scuola on line ma con il cuore” e hanno aderito 20 classi tra scuola dell’infanzia e scuola primaria». 

Il progetto prevede tre incontri con il dottor Pupozzi, la dottoressa Monica Baldoni e il dottor Pasquale Palumbo per parlare della situazione che stiamo vivendo, fare prevenzione e dare alcune informazioni base di primo soccorso. I collegamenti avvengono online ma i professionisti sono in ospedale, proprio per permettere ai bambini di familiarizzare con le varie figure che si prendono cura di loro medici, infermieri e Ausiliari. Il tutto è supervisionato dall’insegnante Alessandra Micucci e dalla psicologa dell’associazione Annalisa Cannarozzo. Il progetto è oggetto della tesi di Maria Rita studentessa della Facoltà di Scienze infermieristiche. «Siamo davvero contenti della risposta dei bambini con cui è partita una bella corrispondenza, dopo ogni incontro ci “inondando” di disegni mostrandoci tutto il loro gradimento e la loro vicinanza- conclude la presidente-  Ringrazio tutti i collaboratori e i medici e infermieri che collaborano attivamente ai nostri progetti e un grazie speciale a Marco Pozzi che non ci fa mai mancare il suo supporto per migliorare la qualità di vita dei piccoli e grandi cuori birichini». 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una maestra in corsia: in cardiochirurgia pediatrica comincia la scuola

AnconaToday è in caricamento