rotate-mobile
Scuola Castelfidardo

Il giornale di istituto Cronache dal Meucci premiato al Concorso Nazionale “Pina e Libero Grassi”

Si tratta di un riconoscimento nazionale dedicato alla memoria dell’imprenditore ucciso da Cosa Nostra dopo essersi opposto a una richiesta di pizzo, divenuto simbolo della lotta alla criminalità e della moglie Pina, organizzato dalla cooperativa sociale “SOLIDARIA”

CASTELFIDARDO - Grande soddisfazione per la redazione del giornale di Istituto Cronache dal Meucci che si è aggiudicata un nuovo, prestigioso riconoscimento a livello nazionale: con l’inchiesta “Violenza contro le donne: non se ne parlerà mai abbastanza” la testata giornalistica degli studenti del Meucci è stata premiata al concorso nazionale “Pina e Libero Grassi” la cui cerimonia si è svolta a Palermo, presso i Cantieri Culturali della Zisa, nella giornata di mercoledì 15 maggio.

Si tratta di un riconoscimento nazionale dedicato alla memoria dell’imprenditore ucciso da Cosa Nostra dopo essersi opposto a una richiesta di pizzo, divenuto simbolo della lotta alla criminalità e della moglie Pina, organizzato dalla cooperativa sociale “SOLIDARIA” che ha istituito il premio riservato alle scuole di tutta Italia. Giunto alla sua sedicesima edizione, il concorso ha avuto come tema “Conoscere il territorio per una cittadinanza attiva e responsabile”. Questa la motivazione del premio: L’inchiesta “Violenza contro le donne: non se ne parlerà mai abbastanza - Un’indagine circoscritta al territorio di Ancona e provincia, per una cittadinanza attiva e responsabile”, realizzata dalla Redazione del giornale dell’I.I.S. “Laeng-Meucci” di Castelfidardo (AN), si apprezza per essere ben strutturata attraverso le testimonianze di donne impegnate nel contrasto della violenza di genere e nella promozione di una cultura dell’accoglienza e dell’integrazione sociale dei migranti; affronta la situazione del territorio con la consapevolezza che le discriminazioni e le ingiustizie nei confronti delle donne non conoscono confini territoriali, di lingua o religione e che la mancanza di pari opportunità è soprattutto un problema culturale che va affrontato anche promuovendo iniziative rivolte ai giovani, cittadini attivi e responsabili di oggi e di domani.

L’indagine proposta è stata realizzata dagli alunni Chiara Duranti, Melissa Stanescu, Elisa Andreucci, Elena Bartolini, Gabriele Tortora e Mathias Carducci che partecipano al progetto del giornale di istituto. Un sentito ringraziamento per la disponibilità e la collaborazione va a Margherita Carlini del “Centro Antiviolenza di Ancona”, Donatella Linguiti dell’associazione AMAD (Associazione Multietnica Antirazzista Donne) e alla Presidente della Consulta alle Pari Opportunità di Castelfidardo Federica Cartelletti. La lotta contro la violenza sulle donne è un impegno che coinvolge l’intera comunità educante, pertanto la relazione tra scuola e territorio ha offerto un terreno fertile per la crescita della consapevolezza dei giovani, per la costruzione di una cittadinanza attiva e responsabile nell’ottica di una società più inclusiva e partecipativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giornale di istituto Cronache dal Meucci premiato al Concorso Nazionale “Pina e Libero Grassi”

AnconaToday è in caricamento