Lollo aiuterà la ricerca contro i linfomi: istituita la borsa di studio "Lorenzo Farinelli"

La Fondazione Lorenzo Farinelli ha donato 35.000 euro all'Azienda Ospedali Riuniti. La borsa di studio è destinata alla ricerca per la cura di patologie linfoproliferative e clonali midollari

Lorenzo Farinelli

La Fondazione Lorenzo Farinelli ha elargito una donazione di 35.000 euro all'Azienda Ospedaliero-Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona per istituire una borsa di Studio in memoria di Lorenzo Farinelli. Il sussidio sarà assegnato ad un giovane laureato in Medicina e Chirurgia, specializzato in Ematologia, all’interno del team dedicato agli studi di fase I della Clinica di Ematologia degli Ospedali Riuniti - Università Politecnica delle Marche. «Per un anno il ricercatore sarà impegnato in studi clinici di approfondimento per la cura di patologie linfoproliferative e clonali midollari, quelle di cui ha sofferto il medico anconetano Lorenzo Farinelli, appunto, nel cui ricordo la Fondazione intende operare- si legge in una nota dell'associazione- la borsa di Studio si inserisce nel programma di iniziative ed eventi che la Fondazione Lorenzo Farinelli ha riavviato dopo il lockdown per la pandemia: il miglior auspicio per superare anche questo periodo così buio, nella speranza che non ritardi e danneggi in alcun modo la cura e la ricerca scientifica per altre pur gravi patologie».

«Un contributo importante che va nella direzione della cura ma anche della solidarietà, obiettivi per noi fondamentali, da parte della Fondazione Lorenzo Farinelli – ha detto il Direttore Generale di Ospedali Riuniti, Michele Caporossi – Per questo istituiremo la borsa e il bando il prima possibile: non dobbiamo lasciarci sopraffare dalla pandemia rischiando di lasciare indietro la Ricerca e le altre patologie».

Borsa di Studio “Lorenzo Farinelli”

Valore

35.000 Euro 

La durata

un anno per un candidato/a laureato in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Ematologia, per svolgere le sue funzioni all’interno del team dedicato agli studi di fase I della Clinica di Ematologia degli Ospedali Riuniti- Università Politecnica delle Marche. 

La mansione

Sviluppare e gestire, in associazione ai Principal Investigator locali, gli studi clinici in ambito Ematologico con particolare riferimento alle patologie linfoproliferative e patologie clonali midollari. 

La funzione
Il candidato dovrà svolgere la sua funzione sia nei protocolli attivi che in quelli da attivare, collaborando con l’equipe di fase I, la cui finalità è volta a sviluppare studi innovativi e, in futuro, l’avviamento di protocolli includenti la terapia con metodologia CAR-T CELL. 

I tempi

Sarà richiesto un impegno di 20 giorni mensili per un periodo di 12 mesi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La patente nautica si prende online: via al corso teorico e pratico

  • A scuola di voce e teatro, corsi gratuiti online: come iscriversi

  • La figura dell'urologo in era Covid, seminario con i luminari europei: «Ridurre le degenze»

  • Trasformare un’idea in un’impresa, la CNA insegna come fare: al via i corsi di formazione

  • Sharper, la notte dei ricercatori: il programma dell’edizione 2020 

  • La pandemia non ferma Sharper, la notte dei ricercatori è nella piazza virtuale

Torna su
AnconaToday è in caricamento