"Maestri di bottega", il mercato del lavoro premia i corsisti: l'80% già all'opera

I dati diffusi da Confcommercio dopo la conclusione della prima annualità

Foto di repertorio

ANCONA – Quattordici ragazzi ad inizio giugno dello scorso hanno iniziato il modulo formativo "Maestro di bottega" nell’aula didattica della Confcommercio Marche Centrali di Jesi e l’hanno concluso a fine 2019. Il 57% dei partecipanti al corso è già entrato nel mondo del lavoro con differenti tipologie contrattuali (44% nel Food e il 14% nel Non Food), e il 21% sta avviando la propria attività. Il risultato è stato reso noto in occasione del corso degli Open Days Confcommercio Marche Centrali, l’evento di lancio della nuova Sede Direzionale Confcommercio Marche Centrali.

La cerimonia

Tra i presenti c'erano proprio i nuovi Maestri di Bottega, il direttore generale Confcommercio Marche Centrali Massimiliano Polacco ha chiesto: «nuovi investimenti per iniziative come il Maestro di Bottega. Questo è un corso che sta dando occupazione a gran parte dei partecipanti ai quali vanno i miei complimenti. I ragazzi continuano ad avere il supporto della nostra Organizzazione e sta continuando il nostro impegno per individuare ulteriori opportunità, strumenti e Servizi per quanti intendono avviare l’attività». Confcommercio Marche Centrali, per il tramite del Cat Srl, l’ente di formazione, si è fatto promotore di questo progetto che ha aggregato alcune collaborazioni importanti a partire da Slow Food Marche, Onaf (l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi), l’AIS Marche (l’Associazione Italiana Sommelier), l’Accademia Italiana del Tartufo e importanti produttori del territorio. Il progetto è nato dalla volontà di integrare, in un percorso formativo, gli attori della filiera agro-alimentare della regione e dall’idea di collegare produttori e dettaglianti con l’obiettivo di promuovere le Marche e i suoi prodotti oltre alla volontà di qualificare e innovare il settore delle botteghe alimentari tradizionali. «Il progetto – ha concluso Polacco – si è posto l’obiettivo di far conoscere i prodotti, il territorio e la gestione di una bottega. Il tutto in una prospettiva moderna e da rapportare al modo di fare impresa dei nostri giorni. Forse per questo il progetto è stato apprezzato ed è stato premiato da Confcommercio Nazionale che ha voluto assegnare un riconoscimento all’innovazione di processo introdotta con questo modulo formativo».

I nuovi maestri di bottega

Sono quattordici i nuovi Maestri di Bottega, 6 donne e 8 uomini, che hanno seguito un percorso di qualifica non convenzionale ed interattivo (con ore d’aula e stage nelle aziende), una nuova modalità di fare formazione che sta pagando in termini di lavoro e di occupazione. Il presidente Confcommercio Marche Centrali Giacomo Bramucci: «Credo che la portata di questo risultato sia in linea con la prospettiva delineata con l’apertura della nuova sede direzionale Confcommercio Marche Centrali che sta lanciando in particolare un messaggio legato all’innovazione e alla trasparenza».       


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lollo aiuterà la ricerca contro i linfomi: istituita la borsa di studio "Lorenzo Farinelli"

  • Indagine Eduscopio, ecco la classifica 2020: le migliori scuole di Ancona e dintorni

  • Diritto minorile, diritto di famiglia, sicurezza sociale: un corso di perfezionamento

  • Cambi Serrani, al via i nuovi corsi: Travel designer e organizzazione eventi

  • Trasformare un’idea in un’impresa, la CNA insegna come fare: al via i corsi di formazione

  • Studenti in transizione di genere: come funziona la carriera universitaria 

Torna su
AnconaToday è in caricamento