Domenica, 13 Giugno 2021
AnconaToday

Falconara: per riaprire le scuole "Dante Aligheri" serve un bilancio attivo di 3,4 milioni

Un futuro nero per la riapertura delle dante alighieri, se non si trova il coraggio di fare scelte politiche forti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Dobbiamo purtroppo definire "deludente" l'incontro che una delegazione di 30 cittadini ha avuto il pomeriggio di lunedì 18 giugno con la Commissione Bilancio del comune di Falconara. L'amministrazione nell'affrontare il tema della riapertura della scuola Dante Alighieri di Falconara Alta, nell'ambito del bilancio di previsione 2012, ha evidenziato che, pur avendo formalmente identificato le risorse che permetterebbero di co-finanziare assieme alla Regione l'adeguamento
sismico della scuola (340 mila euro di finanziamento regionale , 253 mila euro provenienti dall'accordo API e 400 mila euro di oneri di urbanizzazione in parte già incassati), vi è l'impossibilità concreta di spendere tali cifre fintanto che non si sia realizzato un saldo attivo di bilancio di 3milioni e 400mila euro per rispettare il patto di stabilità. Come dire: "prima di spendere un euro bisogna dimostrare di essere in attivo di 3,4 milioni". Su tutto pesa l'incognita delle entrate dell'IMU, verificabili tra qualche giorno, che potrebbero dirci di più sulla possibilità effettiva di realizzare i lavori per riaprire la scuola.

Questa situazione non impedirà comunque al Comune di spendere risorse per progetti interamente finanziati da terzi come piste ciclabili o altro! Fin qui le norme di contabilità! Ora, dato per scontato che vi sia la genuina intenzione di tutte le forze politiche e dell'amministrazione comunale di fare tutto il possibile per riaprire le Dante Alighieri, chiediamo che si decida di "osare" e di tentare ogni utile percorso per riaprire la scuola. Se una amministrazione comunale deve correre dei rischi, stringere alleanze, sollevare polveroni, per quale causa più giusta della riapertura di una scuola dovrebbe farlo? Tanto più che su questa scuola si sono già investiti circa 100 mila euro in lavori di restauro conservativo (finestre nuove ed altro) senza che nessuno ne abbia mai usufruito.
Evitiamo che accanto al danno per i cittadini, per gli studenti e per il quartiere si aggiunga anche la beffa dello spreco di denaro pubblico.

Stiamo organizzando per il 10 luglio una assemblea pubblica, invitiamo l'Amministrazione Comunale e le forze politiche a misurarsi su questo problema e a dire con chiarezza un "SI" (partendo poi con decisione nell'iter di realizzazione dei lavori) o un "NO" sulla fattibilità di questo progetto, perché tutti i cittadini possano prendere atto di quali siano le vere priorità della politica, e rendersi conto di ciò che si considera veramente importante e ciò che invece può essere accantonato. Ricordiamo infine che la scuola è chiusa dal luglio 2011, ormai è passato un anno intero, un tempo più che ampio per prendere decisioni ed elaborare progetti realizzabili!

Falconara Alta, 20.06.2012

Comunicato stampa de il comitato Dante Alighieri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara: per riaprire le scuole "Dante Aligheri" serve un bilancio attivo di 3,4 milioni

AnconaToday è in caricamento