menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine: YuouReporter

Immagine: YuouReporter

XXI Rally dell'Adriatico, la partenza domani da Piazza Cavour

Grande spettacolo per gli appassionati di automobilismo e non solo domani pomeriggio in piazza Cavour, dove si potrà assistere al raduno ed alla partenza di 55 vetture sportive, il meglio certamente del rallismo italiano

Grande spettacolo per gli appassionati di automobilismo e non solo domani pomeriggio in piazza Cavour, dove si potrà assistere al raduno ed alla partenza di 55 vetture sportive. Dopo il successo della tappa dorica delle Mille Miglia, nel maggio scorso, il capoluogo marchigiano continua ad ospitare prestigiose gare nazionali e internazionali in nome di un connubio città-motori, ma anche turismo-sport.  

Stavolta è il turno del 21° Rally dell'Adriatico, una delle gare più importanti nel nostro Paese in questa categoria, che prenderà il via domani alle ore 19 in piazza Cavour (il concentramento tra le 17 e le 18) per approdare a Cingoli, dove gli equipaggi trascorreranno la notte e dove, dopo le gare di domenica, ritorneranno in serata per chiudere il rally.  

La gara – che è organizzata da PSR Group in collaborazione con l'ACI-  avrà validità per il Trofeo nazionale Rally III zona e per il Trofeo Rally Terra e vedrà al via quattro monomarca: il Trofeo Renault Clio  Produzione,  il Trofeo Renault R2 Twingo Top,  il Citroen Racing Trophy e il Suzuki Rally Trophy.  

“Sono gare di terra -ha spiegato per l'organizzazione Oriano Agostini- . che richiedono massima attenzione per garantire sicurezza e al contempo spettacolarità.  Ringraziamo pertanto i Comuni di Ancona, Cingoli e san Paolo di Jesi che hanno reso possibile la realizzazione dell'evento, che non mancherà di attirare appassionati ma in generale, le popolazioni delle aree interessate.  Sono escluse dal rally, da regolamento, le vetture più costose e performanti: solo 1600 di cilindrata sovralimentate da turbo.  Saranno presenti diversi costruttori del comparto  italiano e straniero attraverso i loro trofei monomarca”.  

“Sul campo si confronteranno piloti affermati che non si daranno per vinti- ha aggiunto Marco Rogano, presidente dell'Automobil Club Ancona- con in testa il trio Scandola (Skoda), Andreucci (Peugeot) e Basso (Ford) che se la batteranno sul filo dei secondi mentre Travaglia a bordo di Peugeot è a un passo dal titolo nel Trofeo Terra. Sarà interessante anche tra i tre citati il confronto con una ventura alimentata a gpl.”

Sono previste 11 prove speciali ricavate in ampia parte da strade sterrate già utilizzate in passate stagioni. Due prove speciali saranno disputate domani e le restanti domenica 22.   Per gli anconetani pertanto l'appuntamento è per il taglio del nastro, nel cuore della città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento