Dal Passetto e ritorno, si corre per beneficenza: domenica arriva Vivicittà 2013

L'UISP e la Lega Nazionale Atletica Leggera organizzano, in collaborazione con la FIDAL , "Vivicittà", una manifestazione podistica a favore dei malati di Parkinson. Cambia la viabilità del centro

L’UISP e la Lega Nazionale Atletica Leggera organizzano, in collaborazione con la FIDAL , "Vivicittà", una manifestazione podistica a carattere agonistico sulla distanza di Km. 12 e non agonistica sulla distanza di Km. 4.5 c.a. La manifestazione è a favore dei malati di Parkinson.

IL PERCORSO. Partenza alle 10 e 30 Monumento ai caduti (Passetto) si procede per Viale della Vittoria, Piazza XXIV maggio, Piazza Cavour, Corso Mazzini, Piazza della Repubblica, Via XXIX settembre, Via Marconi Rotatoria della Galleria S. Martino, si ripercorre in senso contrario Via Marconi, Via XXIX settembre, Piazza Kennedy, Largo Sacramento, Corso Garibaldi, Piazza Cavour, Piazza XXIV maggio, Viale della Vittoria, Passetto. Si ripete il giro. Al secondo giro, dal Passetto si percorre il Viale della Vittoria fino all'ingresso dello Stadio Dorico all'altezza di via Bianchi.

LA STORIA. Vivicittà compie trent'anni, uno spaccato di vita sociale e sportiva del nostro Paese. Al tempo stesso Vivicittà rappresenta la nascita e lo sviluppo dell'idea di stracittadina podistica. Unica nel suo genere: si corre da sempre per l'ambiente, i diritti, la solidarietà. Era il 1983, settembre, pomeriggio sera, Perugia: qualche decina di persone in pantaloncini e maglietta dava vita all'esperimento. Con Ellesse, azienda umbra pioniera nel prêt-à-porter sportivo, che tra le prime cominciò a sponsorizzare lo sport di massa e non solo quello di livello. Nacque l'incontro con l'Uisp, capace di portare simultaneamente il messaggio dello sport popolare e per tutti in tante città. Fu così che il 1 aprile 1984... "Italia, pronti, via!". Venti città, in corsa tra di loro grazie a percorsi tutti uguali, grazie al via del Gr1 Rai, alla collaborazione con l'Istituto di Scienza dello sport del Coni, con la Fidal e con il Corriere dello sport. Sono passati trent'anni e Vivicittà non ha perso il suo smalto. Correre tutti insieme, campioni e sportivi della domenica, fianco a fianco, attraverso un percorso immaginario e unico al mondo, che parte da via dei Fori Imperiali a Roma, all'ombra del Colosseo, costeggia Santa Croce a Firenze e via via si snoda sui lungomare di Palermo e Sidone, in Libano, sino alla Mole Antonelliana di Torino. Da lì l'ultimo strappo verso il viale che divide a metà il campo profughi di Shatila, con centinaia di bambini a correre e fare festa.
Perchè Vivicittà è soprattutto questo: solidarietà e dignità per tutti attraverso una corsa per tutti.
L'iniziativa simbolo dell’UISP, Vivicittà: la corsa di tutti, caratterizzata da un forte impegno sociale, civile e ambientale. Si corre in contemporanea in decine di città italiane e estere. Nella sua storia Vivicittà ha toccato Sarajevo, Beirut, Gerusalemme e i campi profughi palestinesi, Bucarest, Kinshasa, Makeni, Yokoama.
In Italia, la classifica unica è costruita sulla base della compensazione dei vari percorsi cittadini e delle relative altimetrie. Una formula che ha reso Vivicittà unica nel suo genere.

LA VIABILITA’. Riporta il Messaggero che i vigili urbani hanno distribuito avvisi sulle auto parcheggiate al Viale e dintorni per segnalare la chiusura della strada e l'impossibilità di parcheggiare durante la durata della manifestazione. Dalle 10 alle 12 sarà interdetta alla circolazione al Viale in entrambi i sensi di marcia, mentre dalle 7 alle 12 ci sarà divieto di sosta e di fermata nel tratto tra via Giannelli e via Orsi. Sempre dalle 7 alle 12 divieto di sosta e di fermata nel tratto tra piazza IV Novembre e via Toti e nel tratto antistante lo stadio Dorico e in tutta piazza IV Novembre. Corso Mazzini, dalle 7 alle 12, sarà vietato alla sosta e alla fermata delle vetture. Chiusa via XXIX Settembre dalle 10 alle 12.30, in entrambi i sensi di marcia, per permettere ai partecipanti di raggiungere la galleria San Martino e ritornare quindi al Viale per la fine della gara podistica. Le auto, riporta sempre il quotidiano, verranno fatte passare al porto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento