Eventi

Brindisi made in marche alla 47° fiera del tartufo di Acqualagna

Il “Vigneto Marche” al gran completo, rappresentato dal consorzio IMT, sarà presente alla 47° Fiera del Tartufo di Acqualagna dall’1 al 4 e il 10 e 11 novembre al “Salotto da Gustare”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Anche quest'anno al salotto del tartufo di Acqualagna, saranno presenti dall'1 al 4 e il 10 e l'11 novembre al gran completo tutte le denominazioni d'origine del consorzio vini IMT per sottolineare ancora una volta il binomio "vino e tartufo" a rappresentare le eccellenze della Regione Marche qui riunite per deliziare i buongustai.

La presenza dei vini marchigiani prevede molteplici attività e diverse modalità di approccio al vino: dal semplice assaggio alle degustazioni professionali guidate da esperti, per dar modo a tutti di gustare al meglio le produzioni più significative del territorio. Tra i vini in degustazione il Verdicchio Castelli di Jesi Riserva Docg, il Verdicchio di Matelica Riserva Docg, il Bianchello del Metauro Doc, i Colli Maceratesi Doc, il Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc e per i vini rossi il Rosso Conero Doc e il Lacrima di Morro d'Alba Doc.

Una presenza consolidata quella dei vini marchigiani alla Fiera del Tartufo di Acqualagna e anche significativa e di qualità che conta 1050 produttori associati, 200 imbottigliatori, 12 denominazioni Doc e 4 Docg, oltre 40 enologi e più di 30 vitigni autoctoni con 9000 ettari di superficie vitata atta a produrre vini DOP tra le provincie di Pesaro Urbino, Ancona e Macerata.

"Il binomio vini marchigiani e tartufo - dichiara Alberto Mazzoni, Direttore del consorzio IMT - è tra i più apprezzati dalle migliaia di visitatori che puntualmente arrivano ad Acqualagna per la fiera: un segnale anche economico con risultati tangibili per tutto l'indotto turistico".

La migliore produzione vitivinicola marchigiana potrà essere degustata nell'area "Salotto da Gustare" in abbinamento alle ricette preparate da chef di prestigio dei più rinomati ristoranti italiani e internazionali, tra cui si annoverano, nelle scorse edizioni, Luigi Gerosa, chef del Burj Al Arab di Dubai, Andrea Tranchero chef del ristorante Armani di Tokyo e gli stellati Massimo Bottura e Mauro Uliassi. L'enologia marchigiana presente anche all'assegnazione del premio "Ruscella d'Oro" che quest'anno saranno ben due, al fondatore di Eataly Oscar Farinetti e all'attore Gianmarco Tognazzi per aver contribuito a diffondere la cultura gastronomica italiana nel mondo.

Altra vetrina per i vini marchigiani sarà al Palazzo del Gusto, un luogo dedicato alla storia del cibo, all'arte e alla tradizione dove avranno luogo wine tasting e serate a tema per le degustazioni guidate condotte da professionisti esperti. Novità 2012 l'allestimento di una vera e propria Scuola di Cucina, dove sarà possibile realizzare alcune ricette illustrate da famosi chef e cimentarsi personalmente nella preparazione del piatto. Anche in questo spazio di sperimentazione i vini marchigiani accompagneranno le degustazioni delle ricette più riuscite.

E infine la punta di diamante della produzione vinicola del territorio accompagnerà anche "La sfida in cucina" la divertente kermesse molto attesa che vedrà i più noti imprenditori delle Marche sfidarsi a colpi di padella per ambire al primo posto: un modo per divertirsi e mettersi in gioco.

Per info www.imtdoc.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi made in marche alla 47° fiera del tartufo di Acqualagna

AnconaToday è in caricamento