La Vanoni canta J-Ax e Belen chiede selfie in platea, che ridere con Virginia Raffaele

Performance inizia con le imitazioni della criminologa Bruzzone e la "fidanzatina" di Silvio Berlusconi Francesca Pascale. Il pubblico apprezza ma il meglio arriva nella seconda parte dello spettacolo

Virginia Raffaele

Al teatro le Muse di Ancona si ride con Virginia Raffaele, l’attrice e comica arrivata all’attenzione del grande pubblico televisivo con Quelli che il Calcio dal 2010 al 2015 e poi acclamata dagli italiani dopo l’esperienza al Festival di Sanremo 2016. "Performance" è uno spettacolo teatrale nel quale, per la prima volta, Virginia Raffaele porta nei teatri le sue maschere più popolari cominciando con le imitazioni della criminologa Bruzzone e la “fidanzatina” di Silvio Berlusconi Francesca Pascale. Il pubblico apprezza ma il meglio deve ancora arrivare anche perché, l’imitazione della giovane napoletana, al netto dell’impressionante trasformazione, sembra ormai datata e poco attuale nelle battute riguardanti Berlusconi e il suo rapporto con l’ex premier. Poi arriva Belen che cammina chiedendo selfie e interviste a raffica. Lo fa in mezzo alla platea del teatro dorico che si scalda di fronte all'irriverenza con cui la Raffaele scimmiotta con stile quella vanità spropositata e conclamata nei social delle showgirl attuali. E poi altri personaggi liberamente tratti dalla realtà. Sempre donne, come l’eterna esclusa dai talent show musicali Giorgia Maura o la poetessa transessuale Paula Gilberto Do Mar, sono donne molto diverse tra loro che sintetizzano  le ossessioni ricorrenti della società contemporanea: la vanità, la voglia di affermazione e, forse, la scarsa coscienza di sé. 

Il tutto raccontato attraverso la lente deformante e irriverente dell’ironia tipica della Raffaele, anche grazie alla regia di Giampiero Solari e ai trucchi che sono vere e proprie installazioni capaci di far sparire l’attrice dentro i propri personaggi. «Mi sento bene negli altri e la fortuna dell’attore è vivere altre vite forse perché a volte fuggo anche dalla mia e ho la fortuna di fare il lavoro che amo» aveva detto la trasformista in un’intervista web. Così i personaggi possono dialogare tra loro in modo credibile, anche grazie alle proiezioni video, in un gioco di specchi e di rimandi. Qua e là, tra le maschere, in scena appare anche Virginia stessa, che interagisce con le sue creature, come una sorta di narratore involontario. Il pubblico anconetano applaude e ride di gusto con il massimo delle imitazioni, le più popolari insieme a quella di Belen: Ornella Vanoni e Carla Fracci. In tutto due ore di spettacolo che si ripeterà oggi e domani pomeriggio. VAI ALL’EVENTO.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento