Martedì, 22 Giugno 2021
Eventi

“Un nuovo modello di agricoltura per una nuova società”: Vandana Shiva ad Arcevia

Domenica 8 settembre l'economista e attivista ambientale indiana sarà ospite della cooperativa La Terra e il Cielo di Piticchio di Arcevia

La “terra madre”, la difesa della biodiversità, del valore e della proprietà dei semi per impedire l’utilizzo di quelli geneticamente modificati nelle coltivazioni, sono le linee guida dell’impegno mondiale di Vandana Shiva. Le stesse che, in trentatré anni di attività e di impegno nell’agricoltura biologica, hanno sempre motivato la cooperativa La Terra e il Cielo di Piticchio di Arcevia (An) che, domenica 8 settembre, dalle 10 nella propria sede, ospita l’attivista e ambientalista indiana.
Vandana Shiva è stata premiata nel 1993 con il “Right Livelihood Award”, il Nobel alternativo, ed è fondatrice dell’istituto di ricerca Research Foundation for Science, Technology and Natural Resource Policy e di Navdanya (nove semi in hindi), una rete internazionale per la diffusione di sistemi alimentari sostenibili.

L’evento, organizzato in collaborazione con il centro Navdanya di Firenze e lo Slow Food Marche, è stato presentato in Regione in una conferenza stampa a cui hanno preso parte l’assessore regionale all’Agricoltura, Maura Malaspina, il presidente della sesta commissione consiliare, Adriano Cardogna, il sindaco di Arcevia, Andrea Bomprezzi, il presidente de’ La Terra e il Cielo, Bruno Sebastianelli, il segretario di Slow Food Marche, Massimo Bergamo.

“Un nuovo modello di agricoltura per una nuova società”, sarà il tema della giornata di Vandana Shiva a La Terra e il Cielo in cui agricoltori, cooperatori, rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni di produttori si confronteranno sui concetti di biodiversità, sostenibilità, sovranità alimentare, lotta alle coltivazioni Ogm in Italia, argomento di grande attualità dopo le prime coltivazioni di mais modificato del Friuli Venezia Giusta che il Governo ha cercato di fermare a luglio con un decreto. Concetti che diventano azioni e principi ispiratori nella “Carta di Arcevia”, redatta con la collaborazione di Vandana Shiva e che sarà sottoscritta domenica nella sede della cooperativa, finalizzata a rendere chiara la nuova visione dell'agricoltura, in un contesto di nuova cultura, per una nuova società e una nuova economia, fondate sull'ecologia, sulla giustizia, sulla solidarietà e su uno spirito comunitario, nel rispetto delle differenze.

La Terra e il Cielo, inoltre, consegnerà il premio alla migliore tesi universitaria sulla biodiversità dedicato, a dieci anni dalla sua scomparsa, alla memoria di Sergio Anselmi, docente di Storia economica dell’Università di Ancona, fra i fondatori del Museo della Mezzadria di Senigallia, che diresse e che è a lui intitolato. In questa edizione, sarà assegnato a Lara Lucchetti, per aver contribuito con la tesi di laurea “Ecologia, raccolta, germinabilità, conservazione e semina di specie erbacee spontanee ad interesse alimentare degli agroecosistemi delle Marche” allo studio della biodiversità negli ecosistemi agricoli.

Fra gli interventi della giornata, oltre a quello di Vandana Shiva e di Sebastianelli, sono previsti quelli di Maria Grazia Mammuccini, vicepresidente Navdanya International, Federico Marchini, presidente nazionale Anabio, Emanuele Befanucci, presidente Coldiretti provincia Ancona, Michele Monetta, presidente Federbio-Upbio, Vincenzo Vizioli, presidente nazionale Firab, Emanuele Lodolini, Commissione Finanze alla Camera, Paolo Petrini, Commissione Agricoltura alla Camera, Maura Malaspina, assessore regionale all’Agricoltura, Andrea Bomprezzi, sindaco di Arcevia, e Fabio Renzi, segretario generale Fondazione Symbola.  

Per maggiori informazioni: https://www.laterraeilcielo.it/index.php?option=com_content&view=article&id=220%3Avandana&catid=42%3Arokstories&lang=it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Un nuovo modello di agricoltura per una nuova società”: Vandana Shiva ad Arcevia

AnconaToday è in caricamento