Teatro

Al via Inteatro Festival con una novità: spettacoli in appartamenti privati

INTEATRO Festival è lo storico appuntamento dedicato alle arti performative che si tiene dal 29 giugno al 9 luglio nelle Marche, tra Polverigi e Ancona. Al via il 29 con la presentazione di un libro e due spettacoli

The Roots di Kader Attou/CIE Accrorap

Ci si prenota come se si volesse andare ad un normale spettacolo, il giorno prima si riceve un sms con le indicazioni del luogo dove presentarsi e si arriva in un’abitazione privata in cui si parteciperà attivamente ad uno spettacolo insieme ad altri sconosciuti, sotto la regia di un tecnico, un cerimoniere e un assistente. E’ questa la vera novità di INTEATRO Festival, lo storico appuntamento dedicato alle arti performative che si tiene dal 29 giugno al 9 luglio nelle Marche tra Polverigi e Ancona e curato da Marche Teatro, con il sostegno di Comune di Ancona, Comune di Polverigi, Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo, Regione Marche, Camera di Commercio di Ancona, Angelini Spa. Un appuntamento, presentato giovedì mattina dalla direttrice artistica Velia Papa, dal carattere innovativo e internazionale che propone in questa edizione 2016: 10 giorni di performance tra danza e teatro con 11 prime nazionali per 16 compagnie provenienti da 9 Paesi. Il nuovo spettacolo, ai limiti di un vero gioco di ruolo, è la prima nazionale, di Home Visit Europe (Europa a domicilio) dall’1 al 9 luglio che si svolgerà in appartamenti privati; una riflessione collettiva sull'idea di Europa. Così il gruppo berlinese Rimini Protokoll contrasta il concetto piuttosto astratto di Europa attraverso l’individualità di un appartamento; quindici persone alla volta diventano parte attiva di uno spettacolo da camera che intreccia storie personali ai meccanismi politici europei. Un’occasione unica per sentirsi parte di un progetto globale che coinvolge centinaia di persone in tutta Europa. “Home Visit Europe“ è una sorta di gioco/spettacolo che affronta l’idea di Europa dalla prospettiva dei singoli cittadini e nella dimensione protetta di un appartamento privato. I partecipanti sederanno intorno ad un tavolo e interagiranno sulla base di semplici domande, capaci di dare corpo ad uno schema di gioco che diventa spettacolo, dove gli spettatori sono allo stesso tempo attori protagonisti. Ma l’idea di uscire da uno spettacolo teatrale come di un prodotto di cui si usufruisce in maniera unilateralmente per entrare in un coinvolgimento tra spettacolo e spettatori è il filo conduttore di tutta questa rinnovata edizione di Inteatro. (GUARDA TUTTO IL PROGRAMMA)

Ma il Festival è anche molto altro. Una vetrina di promozione di giovani e geniali artisti, tra le creazioni in debutto segnaliamo: Jaguar nuova performance della coreografa di Capo Verde Marlene Monteiro Freitas con Andreas Merk, il 29 giugno al Teatro Sperimentale di Ancona in prima nazionale. La giovane compagnia catalana El Conde de Torrefiel, sarà in prima nazionale il 2 luglio al Teatro della Luna di Polverigi, con l’ultimo spettacolo, La posibilitad que desaparece frente al paisaje, dieci paesaggi esteticamente perfetti che conducono lo spettatore nei territori più oscuri dell'animo umano mescolando teatro, coreografia, letteratura e arti plastiche; altra prima nazionale è Balthazar (30 giugno al Teatro della Luna di Polverigi) un progetto di ricerca condotto dall'artista filosofo belga David Weber-Krebs che coinvolge un gruppo di dieci danzatori sulle relazioni e le interconnessioni con l'animale; Verein zur Aufhebung des Notwendigen_Cento guerre per la pace nel mondo di Christophe Meierhans, sempre in prima nazionale, che va in scena a Polverigi il 3 luglio al Teatro della Luna, è una cena-spettacolo partecipativa per cento spettatori che coinvolge il pubblico in una riflessione attiva sui concetti di democrazia e di responsabilità individuale. Il Festival inoltre produce con la compagnia messicana Lagartijas Tiradas al Sol, Tijuana (la democrazia in Messico 1965-2015) che propone una nuova forma di teatro/giornalismo militante e che sarà in prima nazionale a Inteatro (dal 5 al 9 luglio alla sala Melpomene del Tetro delle Muse). Da Manchester arrivano le Reckless Sleepers, tre performer-danzatrici che propongono in anteprima assoluta il 2 luglio al Parco di Villa Nappi a Polverigi, la loro nuova e coloratissima creazione Happy, mentre il coreografo di origine algerina Kader Attou e 11 danzatori della compagnia Accrorap, in prima nazionale, ridisegnano la storia dell’hip hop tra virtuosismo e poetica dei corpi in The Roots (8 luglio al Teatro delle Muse di Ancona). Una nutrita sezione di Inteatro Festival 2016 è dedicata alla danza italiana con le ultime creazioni di giovani, ma già affermati coreografi, come: Francesca Foscarini con Vocazione all’Asimmetria (1 luglio Teatro della Luna Polverigi), Marco D'Agostin con L’Isola di Bouvet (30 giugno e 1 luglio sala Sommier villa Nappi, Polverigi), Piergiorgio Milano (1 luglio Teatro della Luna Polverigi) con Pesadilla, Caterina Basso, in prima assoluta, con Un minimo distacco (2 luglio sala Sommier di Villa Nappi Polverigi), l’anteprima di Salvo Lombardo con CausalBystanders (2 luglio Teatro della Luna Polverigi) in anteprima, Simona Lisi con Bring me your dress (30 giugno e 1 luglio chiesta ss sacramento Polverigi) in anteprima (+ swap party) e Glen Çaçi con il maxi karaoke danzante Tutorial (30 giugno e 1 /2 luglio  Parco di villa Nappi Polverigi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via Inteatro Festival con una novità: spettacoli in appartamenti privati

AnconaToday è in caricamento