Al via la stagione di Maiolati, Tullio Solenghi è Salieri in "Amadeus"

Si apre il sipario giovedì 13 novembre al Teatro Spontini di Maiolati sulla stagione 2014/2015 della Fondazione Pergolesi Spontini realizzata in collaborazione con AMAT, Marche Teatro - Teatro Stabile Pubblico e gli Assessorati alla Cultura dei Comuni di Jesi, Maiolati Spontini e Montecarotto e con il contributo di Banca Popolare di Ancona e Sogenus. Tre i teatri coinvolti, ognuno con la propria identità e, nello stesso tempo, in rapporto con gli altri così da integrarsi a vicenda e dar vita ad un’unica grande stagione teatrale.
 
Ad inaugurare il cartellone che presenta ventitré appuntamenti fino a ad aprile è Amadeus, un capolavoro di modernità vestita con gli abiti del Settecento con protagonista Tullio Solenghi nel ruolo di Salieri, di cui si potrà ammirare la vena drammatica non senza punte di ironia, affiancato da Aldo Ottobrino nei panni di Mozart diretti dalla sapiente regia di Alberto Giusta.
 
Amadeus è il titolo della piéce teatrale in due atti, scritta da Peter Shaffer nel 1978, da cui è stato successivamente tratto l’omonimo film del 1984 diretto da Milos Forman. Il dramma racconta il tentativo del compositore italiano Antonio Salieri di distruggere la reputazione dell’odiato avversario Wolfgang Amadeus Mozart. Odio mai esistito nella vita reale: i due infatti lavorarono anche insieme e spesso Salieri, musicista mediocre, fu un buon consigliere per Mozart, musicista invece geniale. Shaffer scrive la pièce traendo spunto dal dramma di Puskin intitolato Mozart e Salieri in cui quest’ultimo per gelosia ed invidia avvelena Mozart. Nel testo di Shaffer Salieri, ormai vecchio e malato, mette in giro la voce infondata di aver assassinato Mozart nel 1791 per la volontà di essere ricordato anche lui dai posteri, se non come musicista almeno come assassino.
 
“Rileggere Amadeus cercando di rifuggire forme stereotipate di mise-en-scène vecchie e decadenti – afferma il regista Alberto Giusta –, privilegiando la bellezza degli ambienti e dei costumi, la profondità del racconto, il gioco attoriale, la relazione viva tra i personaggi e in ultimo ma non per ultimo la splendida musica di Mozart a sottolineare i cambi di tempo, di luogo e gli stati d’animo: questa è la nostra sfida! Far rivivere Mozart e il suo tempo è far conoscere la sua battaglia per la libertà dell’uomo come individuo e come artista.”
 
Una nutrita compagnia di attori – composta da Roberto Alinghieri, Arianna Comes, Davide Lorino, Elisabetta Mazzullo, Andrea Nicolini - affianca in scena Solenghi e Ottobrino. Le scene e i costumi dello spettacolo – prodotto da Teatro Stabile di Genova e Compagnia Gank – sono di Laura Benzi, le luci di Sandro Sussi.
 
Per informazioni e biglietti (da 10 a 18 euro): Biglietteria Teatro G.B. Pergolesi 0731 206888, AMAT 071 2072439, Biglietteria Teatro delle Muse 071 52525. Biglietteria presso il Teatro Spontini nel giorno di spettacolo da un’ora prima dell’inizio previsto alle ore 21.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Oliviero Toscani, in mostra le opere del grande artista: tutte le informazioni

    • dal 25 ottobre 2019 al 3 febbraio 2020
    • palazzetto baviera
  • “Tre anni di voi”: la Casa dei giovani Piero Alfieri festeggia con uno spettacolo

    • Gratis
    • 24 gennaio 2020
    • parrocchia Cristo Divino lavoratore
  • Cristiano Malgioglio al Miami: dalla cena all'alba si balla con l'istrionico artista

    • 25 gennaio 2020
    • Miami Club
  • Santa Maria Goretti torna a Corinaldo: ospite il giornalista Beppe Severgnini

    • solo domani
    • Gratis
    • 22 gennaio 2020
    • teatro C.Goldoni
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    AnconaToday è in caricamento