In missione per affondare i Mas e arrestati: la storia tutta anconetana a teatro

Gli austriaci sbarcarono nella notte per sabotare i Mas ancorati nel porto dorico. Andò loro male e furono arrestati: l'episodio storico rivive in uno spettacolo teatrale

I Mas ormeggiati ad Ancona

Die Landung – Lo Sbarco. È questo il nome dello spettacolo che rievoca lo sbarco di un commando austriaco, avvenuto nell’aprile 1918, sulla spiaggia di Marzocca, con l’obiettivo di sabotare i Mas, quelli della dannunziana Beffa di Buccari e che poi avrebbero colpito (con a bordo il falconarese Bruno Santarelli) e affondato la corazzata Santo Stefano, ancorati al Lazzaretto di Ancona. Andò loro male: furono arrestati dai carabinieri in zona Lazzaretto quando già il piano, grazie ai contadini di Barcaglione che li avevano scoperti e a un paio di militari italiani irredentisti che decisero di disertare dalla divisa austroungarica, era stato scoperto. Loreto celebra così il Centenario dalla fine della Grande Guerra e lo fa portando in scena un evento storico tutto marchigiano accaduto proprio durante la Prima Guerra Mondiale. L’Amministrazione Comunale della città mariana, molto sensibile al recupero e alla valorizzazione della memoria storica italiana, promuove un ricco cartellone di eventi, in collaborazione con le Associazioni Combattentistiche e d’Arma e con la Pro Loco “Felix Civitas Lauretana”, incentrato proprio sulla celebrazione dello storico centenario (l’intero programma ha ricevuto l’accreditamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il patrocinio della Regione Marche). Si parte giovedì 1 novembre alle ore 10 con la Santa Messa nella Basilica Santa Casa di Loreto, seguita alle ore 11 dalla resa degli onori e deposizione della corona di alloro sul monumento ai Caduti di Guerra (1915-1918) nel Parco della Rimembranza, con la partecipazione della Banda Cittadina. Il corteo si dirigerà in Piazza della Madonna per la deposizione del mazzo di fiori presso la lapide dei Fratelli Brancondi, per poi giungere, con la Banda Cittadina come apri pista, in Piazza Garibaldi, dove alla deposizione delle corone di alloro seguirà un momento di riflessione sulla Prima Guerra Mondiale curato dal Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle ore 12 sarà la volta dell’inaugurazione della mostra “Brandelli di Muro….ma nel mio cuore nessuna croce manca” in collaborazione con l’Associazione Bersaglieri Lauretana Sezione “M.O.V.M. Ten. Giuseppe Sguerso” presso la sala espositiva Sangallo e dell’inaugurazione della mostra fotografica in collaborazione con l’Associazione nazionale mutilati ed invalidi di guerra dal titolo “Frammenti di Memoria - Immagini dalla Grande Guerra” presso la sala espositiva “Oscar Marziali”.  Alle ore 15 la messa celebrata dal vescovo Dal Cin. Venerdì 2 novembre sarà la volta alle ore 11 della messa celebrata da un prelato polacco con la presenza dei rappresentanti dell’Ambasciata polacca a Roma, mentre alle 21 si terrà il concerto a cura del Coro “Vox Phoenicis” dal titolo “Non ti ricordi: i canti della Grande Guerra” presso la Sala del Bastione Sangallo. Il momento clou delle celebrazioni si avrà sabato 3 novembre alle 21,15 quando andrà in scena lo spettacolo teatrale con Gian Paolo Valentini dal titolo “Die landung - Lo sbarco” al teatro Comunale. Prodotto dall’associazione culturale recanatese Magma, lo spettacolo rievoca le vicende del commando austriaco partito da Pola, attraverso il racconto di un uomo di oggi, un “fantasma” del mare che, con la sua valigia piena di oggetti magici, dà vita ai protagonisti della storia e gioca con la trama prendendo le sembianze di un cantastorie antico e moderno allo stesso tempo. Il ricco cartellone di iniziative si conclude domenica 4 novembre alle 16 a Villa Musone con la cerimonia di commemorazione dei caduti - Ricorrenza del centenario della prima Guerra Mondiale alla quale prenderanno parte i ragazzi dell’Ics Solari di Loreto e della Corale Santa Cecilia, in collaborazione con il Centro turistico giovani Val Musone. A chiudere alle 18 la messa nella Chiesa di San Flaviano a Villa Musone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento