Villa Favorita ISTAO Ancona
Eventi

“Innovare per promuovere il territorio”: i servizi smart per i cittadini

L’incontro, organizzato da PluService e Istao con il patrocinio della Regione Marche, nasce dall’intento di approfondire e divulgare il concetto di “smart city”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Il seminario tematico (venerdì 9 magggio - ore 15,30 – Villa Favorita, zona Baraccola) nasce dall’intento di approfondire e divulgare il concetto di “smart city”, e quindi l’utilità al cittadino di vivere in un territorio in cui è possibile usufruire in tempi brevissimi di servizi necessari alla quotidianità (come i trasporti pubblici, ad esempio).

L’idea di Smart City nasce nel mondo ICT (Information & Communication Technology). Ma sta ormai assumendo un significato più ampio che include l’intero spazio e vita di una città.
Pur con variazioni di interpretazione, ragionare sulla creazione di “città intelligente”, significa, in senso lato, sfruttare la tecnologia per trasformare ed innovare le infrastrutture materiali ed immateriali e fare un uso ottimale delle risorse al fine di migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Il verbo è connettere. I soggetti: cittadino e territorio. Il concetto è smart. L’azienda è PluService. Apparentemente complessa, la mission dell’impresa di Senigallia è quella di semplificare e sviluppare le interconnessioni territoriali a supporto del cittadino. Come? Fornendo dei software che agevolino il controllo, la gestione e l’utilizzo di tutti quei segmenti che compongono il trasporto pubblico. Si occupa proprio di questo la PluService di cui Giorgio Fanesi è il Presidente del Cda. Operativi da oltre 25 anni, è oggi l’azienda italiana leader indiscussa di sistemi informativi integrati (ERP) per le aziende di trasporto passeggeri, con oltre 250 clienti omogeneamente distribuiti sull’intero territorio italiano e oltre 2000 pacchetti applicativi installati. < con un management giovane e dinamico, abbiamo assunto nel corso degli anni la nuova missione di “general contractor”, grazie alla consolidata esperienza acquisita ed anche alla fiducia espressa da importanti aziende pubbliche e private>>.

Tra le tante piattaforme di progettazione smart ideate da PluService e, quindi, tradotte nella quotidianità, spicca My Cicero. Ovvero un’app scaricabile su smartphone e tablet, attraverso la quale il cittadino può usufruire di alcuni tra i più comuni servizi territoriali: sosta oraria, trasporto pubblico e servizi comunali.
Come funziona? E’ semplicissimo: basta scaricare l’app e attivarla tramite il rilascio del proprio numero di carta di credito. A questo punto il pagamento dei servizi si attiva semplicemente con un click. E con My Cicero è possibile, inoltre, cercare le fermate autobus sia rispetto alla posizione dell’utente che su zona specificata, se coperta dal servizio. È possibile quindi visualizzare tutte le corse in arrivo o in partenza alla fermata e avere in tempo reale informazioni su anticipi e ritardi (solo per i vettori abilitati).
Zone coperte per il servizio di sosta: Ancona, Roma, Bologna, Cervia, Fermo, Numana, Olbia, Pesaro, Senigallia, Ravenna, Terni.
Zone coperte per il servizio di trasporto pubblico: Piemonte, Veneto, Marche, Emilia Romagna, Abruzzo, Puglia, Calabria, Pavia.

CHI E’ PLUSERVICE
PluService, con sede a Senigallia, muove i primi passi nel 1988 come software house al servizio della aziende di trasporto pubblico locale. Nel corso degli anni si è naturalmente realizzata la nuova missione aziendale di “general contractor”, grazie alla consolidata esperienza acquisita ed anche alla fiducia espressa da importanti aziende pubbliche e private. Tra i principali successi dell’azienda citiamo, a solo titolo di esempio, la realizzazione del sistema bigliettazione elettronica del trasporto di importanti città e province italiane, l’aggiudicazione della gara del Centro Servizi Regionale del Piemonte, il sistema di monitoraggio della flotta di importanti aziende di trasporto locale e nazionale, la realizzazione di sistemi di infomobilità multicanale e multimodale per più di 40 città italiane tra cui Roma, Milano, Firenze, ma anche intere regioni come Marche, Toscana, Sardegna. Pluservice fonda su studio,  ricerca,  progettazione, formazione e assistenza la sua strategia di crescita e di sviluppo.  L’impegno nella ricerca ha fruttato l’affidamento da parte della Commissione Europea per l’innovazione nei trasporti della realizzazione del sistema di gestione del trasporto a chiamata per i grandi eventi e la sua sperimentazione in occasione dei campionati mondiali di calcio in Sudafrica del 2010.

Pluservice occupa una posizione di assoluto rilievo nel settore dei sistemi informativi gestionali per aziende di Trasporto Pubblico Locale (TPL), con oltre 250 clienti attivi omogeneamente distribuiti su tutto il territorio nazionale e circa 2000 applicazioni installate. Nella sua sede di Senigallia, PluService progetta e realizza sistemi informativi modulari a gestione integrata (ERP), in grado di offrire massima facilità operativa, affidabilità e razionalizzazione delle varie fasi di lavoro.

Le sedi: Senigallia (sede principale), Torino (Ufficio Operativo), Roma, Cosenza e Bari (presidi). Con un totale di 100 dipendenti, al centro della propria metodologia applicativa, PluService pone la conoscenza diretta ed approfondita delle esigenze e delle caratteristiche strutturali del mercato di riferimento e del Cliente, maturata in oltre 20 anni di attività, sempre nel settore Tpl. L’offerta PluService è basata sulla propria piattaforma Superdriver Telemaco ed è rivolta ad Aziende Pubbliche e Private del Tpl, sia urbano che extraurbano; turismo e noleggio; linee a lunga percorrenza, siano esse di grande, media o piccola dimensione, anche operanti all’interno di pool o gruppi industriali. Offre ai suoi clienti soluzioni su misura realizzate attraverso procedure innovative, modulari ed integrate tra loro, con le migliori tecnologie presenti sul mercato e con proprie risorse professionali altamente qualificate.

PERCHE’ UN SEMINARIO SUL CONCETTO DI SMART CITY?
Se in generale per la costruzione di una smart city vengono considerate una serie di aree di intervento che perseguono lo sviluppo dell’Economia e della Conoscenza e della Società dell’Informazione, della mobilità sostenibile, della sostenibilità ambientale, della formazione permanente, della qualità della vita (inclusione sociale, salute, sicurezza, cultura, turismo, ecc) e dell’e-government, si riesce a comprendere quanto siano complessi e delicati i meccanismi di costruzione, che richiedono l’attuazione di un profondo processo di cambiamento e rinnovamento, del modo di pensare e vivere delle persone, della modalità di governare e progettare azioni ed interventi, con la consapevolezza che l’obiettivo comune da perseguire è quello della realizzazione di una comunità in grado di vivere e competere a livello globale.

Non si tratta, quindi, solo di trovare soluzioni tecnologiche che portino alla realizzazione di sistemi in grado di gestire in modo cooperativo tutte le funzioni vitali di una città, ma anche di operare in modo interdisciplinare per dar vita ad una nuova realtà sociale, che sappia coniugare la tecnologia – che rappresenta lo strumento che permette di raggiungere obiettivi di comunicazione, risparmio, efficienza e quindi di benessere – con le peculiarità e le tipicità del nostro territorio alle quali occorre dedicare positive attenzioni e costanti interventi di valorizzazione.

La partecipazione al seminario è gratuita. Per motivi organizzativi la invitiamo gentilmente a compilare la scheda di iscrizione disponibile all’indirizzo www.istao.it/innovazione-territorio/   

Saluti iniziali: Giuliano Calza (Direttore Generale ISTAO). Interverranno: Enzo La volta (Presidente Fondazione Torino Smart City e Assessore all’Ambiente Città di Torino), Giorgio Fanesi (Presidente CDA Pluservice), Carlo Maria Medaglia (Professore Sapienza Università di Roma ed Assessorato ai Trasporti e alla Mobilità di Roma Capitale), Serenella Carota (Dirigente PF Sistemi Informativi e telematici della Regione Marche), Roberto Evoli (Sales Manager LG CNS Europe), Sara Giannini (Assessore Industria, Artigianato, Ricerca e Innovazione della Regione Marche), Flavio Corradini (Rettore Università di Camerino), Adriano Federici (Presidente Unioncamere Marche), Maurizio Mangialardi (Presidente ANCI Marche), Antonio Minetti (Direttivo INU Marche).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Innovare per promuovere il territorio”: i servizi smart per i cittadini

AnconaToday è in caricamento