Giovedì, 24 Giugno 2021
Eventi

“Siria in fuga”: Laura Tangherlini racconta il dramma dei profughi “invisibili”

Il dramma dei profughi siriani - una tragedia raccontata poco e male dai media occidentali - è stato al centro del dibattito che ieri a Osimo ha introdotto i lavori del secondo Festival del giornalismo di inchiesta

Il dramma dei profughi siriani – una tragedia raccontata poco e male dai media occidentali – è stato al centro del dibattito che ieri a Osimo ha introdotto i lavori del secondo Festival del giornalismo di inchiesta, anche quest’anno organizzato dallo Ju-ter Club con la direzione artistica di Gianni Rossetti.
Ad illustrare questa complessa e misconosciuta tematica Laura Tangherlini, valente giornalista jesina d’origine e volto di Rai News 24, che ha presentato il suo libro “Siria in fuga”, editrice Poiesis (Alberobello). Il dibattito è stato diretto dalla giornalista del Carlino Valeria Dentamaro .

Il libro, nato come un reportage andato in onda diverse volte sullo schermo grazie al canale all news della Rai, si sviluppa attorno alle due esperienze vissute dalla Tangherlini come inviata in Libano e in Giordania, in cui la giornalista – studiosa di lingue e cultura arabe – ha potuto  toccare con mano la disperata condizione dei profughi in fuga dal regime di Assad, ascoltando le loro storie e facendosi portavoce di un dramma geopolitico e umano che l’occidente sembra ancora voler ignorare.

Un dramma le cui cifre ufficiali non rendono giustizia, ha spiegato Tangherlini, se è vero com’è vero che nel computo ufficiale dell’Alto commissariato per i rifugiati non si tiene conto di moltissime tipologie di persone in fuga come i siriani palestinesi (che vivono una doppia problematica), i siriani lavoratori nomadi o i libanesi di ritorno (che hanno vissuto per anni in Siria e che ora sono costretti a fuggire), che si trovano abbandonati sia dall’Onu che dalla loro patria di origine.

Il libro, documento di informazione giornalistica preziosissimo, è anche una carrellata di storie e di spaccati di vita, di incontri con persone che hanno perso tutto tranne la volontà di collaborare con la verità per far aprire gli occhi all’occidente sulla loro condizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Siria in fuga”: Laura Tangherlini racconta il dramma dei profughi “invisibili”

AnconaToday è in caricamento